È la menarini Diagnostics a lanciare il nuovo test per il Covid e in soli 12 minuti. Il mezzo utilizzato è sempre il tampone nasofaringeo ma il test non ricerca il materiale genetico del virus, bensì la presenza dell’antigene e quindi di un’eventuale infezione attraverso la ricerca di proteine specifiche del virus.

L’esame sarebbe in grado di individuare se un soggetto è positivo ed evidenziare se ha sviluppato gli anticorpi SarsCov2, dando anche indicazioni sulla carica virale per individuare così i pazienti maggiormente infettivi.  La strumentazione utilizzata è più veloce e meno costosa, si tratta della piattaforma Afias, distribuita da Menarini Diagnostics, facile da trasportare e di semplice utilizzo anche fuori dai laboratori.

L’operatore sanitario preleva il campione dal paziente con un tampone nasofaringeo e, attraverso una serie di passaggi, lo inserisce all’interno della piattaforma AFIAS che, in caso di infezione, rileverà la presenza dell’antigene tramite una reazione biochimica che mostrerà un segnale fluorescente. Questo segnale permette non solo di rilevare l’eventuale presenza del virus, ma anche di fornire una indicazione della carica virale. La stessa strumentazione può essere utilizzata per l’indagine sierologica misurando la quantità di anticorpi IgM e IgG presenti nel sangue del paziente. Il procedimento è il medesimo, differisce solo la tipologia del campione da analizzare che, in questo caso, verrà raccolto tramite digito puntura (prelievo capillare) o attraverso un prelievo venoso.

Leggi anche:

Su Alitalia i voli COVID FREEUniversità, Manfredi: “Obbligo mascherine per gli studenti e lezioni in Ateneo”

FONDI COVID. Aiuti alle imprese per 278 milioni. La Regione vara il Piano

Nuovo Maxi Concorso per 1000 Operatori Giudiziari in tutto il Territorio Nazionale. Ecco il Bando e come candidarsi

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata