Home

Nella giornata di ieri, i rappresentanti in seno agli organi superiori dell’Università di Palermo Ilenia Giardina (Senato Accademico), Giorgio Gennusa (C.d.A. Ersu Palermo) e Adele Nevinia Pumilia (Presidente Intesa Universitaria) hanno partecipato ad un incontro con il Presidente di Empedocle Consorzio Universitario di Agrigento, On.le dott. Antonino Mangiacavallo.

L’incontro che si è tenuto presso i locali del Polo di Agrigento è servito ai rappresentanti per avanzare delle richieste per implementare e promuovere i servizi per gli studenti: 

tra queste principalmente la realizzazione di un pensionato universitario, l’implementazione del servizio ristorazione e l’apertura delle biblioteche e degli spazi agli studenti. 


Leggi anche: Unipa seleziona studenti da retribuire (fino a 1.350 €) Ecco il bando e come presentare domanda


Polo di Agrigento: Le parole dei Rappresentanti degli Studenti

“Una sinergia tra i rappresentanti e il Polo è fondamentale per tutti gli studenti che intendono intraprendere questo percorso universitario nella propria terra, non va lasciato indietro nessuno e ognuno va seguito dal primo ingresso all’università, in tutte le sue sfaccettature. 

Il polo rappresenta un volano per tutto il territorio agrigentino ed è necessario che venga data sempre più importanza a ciò che crea opportunità per i giovani, per gli studenti” dichiara Adele Pumilia. “È giusto ripartire da qui, con nuove proposte, nuova linfa. 

Polo di Agrigento: Attivare ulteriori corsi di laurea per valorizzare il territorio

È prevista l’apertura di altri due corsi di Laurea, quali scienze motorie e scienze della formazione primaria, oltre i cinque corsi già attivi, importantissimi per implementare e sviluppare la partecipazione dei giovani che questa Terra non la vogliono lasciare, che vogliono continuare a costruire il proprio futuro nel loro territorio. 

Punteremo ad istituire sempre più corsi finalizzati a valorizzare ciò che questa provincia ci offre aggiunge Ilenia Giardina, rappresentante in Senato Accademico.

Maggiore attenzione per gli studenti meno abbienti e meritevoli del Polo di Agrigento

“Vogliamo dare voce alle istanze degli studenti bisognosi e meritevoli che vorrebbero rafforzati i servizi offerti dall’Ente Regionale per il Diritto allo Studio, creare una residenza universitaria rappresenta oggi una esigenza che, in qualità di rappresentante non possiamo non avallare. Il nostro impegno sarà portato avanti con il massimo impegno, con la speranza di trovare un’unione di intenti da parte di tutta la componente governativa” conclude infine il Consigliere Gennusa.

Le parole del Presidente del Polo di Agrigento Antonino Mangiacavallo

Il Presidente Mangiacavallo ha sottolineato la ferma volontà del Consiglio di Amministrazione del Consorzio, da lui presieduto, di porre in essere tutte le iniziative utili al miglioramento dei servizi agli studenti, in un momento quale quello attuale, che vede un progressivo e sempre più concreto potenziamento dell’offerta formativa universitaria nella città di Agrigento. 

Saranno infatti ben sette i corsi di studio che verranno attivati con il prossimo a.a. 2021/2022, in quanto ai cinque attuali si aggiungeranno il corso di studi in Scienze della Formazione Primaria e quello di Scienze delle Attività Motorie e Sportive.

Ed è per questo motivo che l’incontro s’inquadra nella programmazione che vuole porre in essere il Consorzio per farsi trovare pronto alle incombenze derivanti da questa rinnovata offerta formativa, alla quale si affiancano i corsi di alta formazione da ultimo banditi, coordinati dal Consorzio medesimo, grazie a un finanziamento dell’Assessorato Regionale alla Formazione,

per particolari figure che acquisiscano precipue e specifiche competenze nell’ambito musicologico, sotto l’egida del Conservatorio Toscanini di Ribera, nell’ambito della scrittura, con l’Associazione “La strada degli scrittori”,

nell’ambito della recitazione classica e del canto, con “La casa del musical” e infine nell’ambito della scenografia e drammaturgia con la collaborazione dell’Associazione MeNo (Memorie e Nuove Opere). Bandi che hanno riscosso notevolissimo interesse con richieste d’iscrizioni pervenute da Perugia, Trento, Milano e altre città d’Italia.


Leggi anche: Unipa: Approvata la proroga dell’Anno Accademico, ecco in cosa consiste e tutte le info


Il Presidente Mangiacavallo ha informato i rappresentanti che il Consiglio di Amministrazione di ECUA si sta concretamente e fattivamente adoperando per addivenire alla soluzione del problema pensionato. 

In tale ottica si sta cercando di acquisire in tempi brevi la piena disponibilità della residenza universitaria realizzata all’interno dell’ex-Ospedale di via Atenea. Per quanto riguarda la mensa universitaria i convenuti hanno concordato come sia necessario provvedere, da parte dell’ERSU, all’apertura di un’altra sede più prossima alla sede di Villa Genuardi, per permettere alla popolazione studentesca di usufruire appieno di questo tipo di servizio. 

Per quanto riguarda le biblioteche queste, così come sarà regolamentato dall’Università di Palermo, sono già in condizione di rispondere alle esigenze dell’utenza.

I convenuti si sono lasciati con l’intenzione di rivedersi al più presto per verificare lo stato di avanzamento degli argomenti al centro della riunione.


Leggi anche:

Piste ciclabili, in arrivo un percorso green che collegherà l’Università di Palermo alla stazione

Unipa: Vittoria degli studenti sull’inserimento delle materie a scelta, ecco cosa cambia

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata