Home

Molte università italiane hanno già riaperto i battenti, altre lo faranno la prossima settimana. Dopo l’emergenza sanitaria da Covid-19, ogni ateneo ha organizzato il ritorno in aula e la ripresa della didattica in presenza in totale sicurezza. Nella maggior parte dei casi c’è un’occupazione delle aule al 50% e sarà garantita l’erogazione della didattica a distanza a chi non potrà raggiungere l’università. Ma cosa succede in caso di Covid all’università? Il ministro Gaetano Manfredi lo ha spiegato a Sky Tg24. Ecco tutto quello che c’è da sapere. 

Università: in caso di Covid l’attività didattica non sarà interrotta

Ai giornalisti di Sky Tg24 il ministro dell’Università Gaetano Manfredi ha spiegato che “Se c’è un caso di Covid-19 abbiamo un protocollo che è stato concordato e approvato dal comitato tecnico scientifico”. Al caso sospetto viene immediatamente sottoposto a tampone e qualora venga dichiarato positivo inizia una procedura ben precisa: “C’è un tracciamento dei contatti e c’è una valutazione caso per caso sulla necessità o meno di sospendere quel corso di laurea”. L’interruzione della didattica però interessa solo quella in presenza: “Se ci sarà la necessità di una sospensione del corso, sarà sospeso in presenza e continuerà a distanza, non ci sarà quindi un’interruzione dell’attività didattica”. 

Università: come si tornerà all’università

Come raccontato dal ministro, “Le lezioni in presenza stanno riprendendo in tutte le università: alcune hanno iniziato, la maggior parte riprende lunedì prossimo; c’è un modello misto che prevede un’occupazione delle aule al 50% e in contemporanea la didattica a distanza per raggiungere i fuori sede e gli stranieri ma anche coloro che non sono in grado di seguire le lezioni per vari motivi”. Sempre ai giornalisti di Sky Tg24, il ministero ha specificato che si è cercato di privilegiare le matricole: “Hanno bisogno di una guida più robusta ma stiamo cercando di garantire il massimo della sicurezza convivendo con la pandemia. Abbiamo imposto l’uso della mascherina anche durante le lezioni: è un fastidio ma i numeri nelle aule sono importanti”. Ma quali sono le altre regole da rispettare quando si ritornerà in aula? Il comitato tecnico scientifico ne ha stilato alcune: nella maggior parte delle università si procederà con turnazioni e prenotazioni mediante alcune piattaforme interne, ci sarà l’obbligo dell’uso della mascherina e la disposizione di rispettare la distanzia sociale di almeno un metro. Tutti gli atenei, inoltre, saranno muniti di dispenser con soluzioni igienizzanti e nelle aule ci dovrà essere un frequente ricambio dell’aria.

Leggi anche:

Giulio, 25 anni, due lauree in due mesi

Bonus matrimonio. Ecco il decreto. Come richiederlo

COVID. Contagi in crescita in Sicilia, oggi 110 nuovi positivi. Il punto regionale e nazionale

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

2 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata