Home

Unipa è la (quasi) grande assente della graduatoria dei primi 350 Dipartimenti di eccellenza predisposta da ANVUR e che fa parte del percorso per il secondo quinquennio dei Dipartimenti d’eccellenza previsto da un decreto del ministro dell’Università Cristina Messa. Ora la Commissione, composta da sette membri, dovrà valutare le domande di finanziamento che verranno presentate dalle università statali ma ad essere selezionati saranno 180 Dipartimenti di eccellenza per il periodo 2023-2027.

Entro il 31 dicembre verrà pubblicato l’elenco dei Dipartimenti che risulteranno assegnatari del finanziamento previsto. La graduatoria è stata predisposta da Anvur sulla base dell’Indicatore Standardizzato di Performance Dipartimentale (Ispd), calcolato a partire dai risultati della valutazione della qualita’ della ricerca (Vqr) 2015 – 2019.

CLICCA QUI PER CONSULTARE LA GRADUATORIA

Quello di Padova è, tra gli atenei statali italiani, ad annoverare il maggior numero di Dipartimenti abilitati a partecipare alla selezione nazionale, con 20 di loro al primo posto con il massimo valore ISPD=100 ed i rimanenti 9 con valori sopra a 90, a fronte della soglia minima di 73 che consentiva l’ingresso nei 350. Ottime performance anche dall’Università La Sapienza di Roma, con 23 dipartimenti abilitati, Milano con 21, 18 a Torino, 11 a Milano-Bicocca, Pisa con 16, Napoli Federico II con 15, 4 all’Università Politecnica delle Marche, Bologna con 20, Firenze con 9, 6 all’Università di Salerno.

Ci sono anche l’Università di Trento con una decina di dipartimenti, Tor Vergata e Roma Tre nella capitale, la Ca’ Foscari di Venezia, gli atenei di Siena, Perugia, Genova, L’Aquila e Cagliari. “Venti dipartimenti che raggiungono la vetta, in Italia, nelle loro discipline, 29 che soddisfano i requisiti per diventare ‘d’eccellenza’: non sono semplici cifre, ma la rappresentazione tangibile di quanto la ricerca nel nostro ateneo sia di alto livello – afferma Daniela Mapelli, rettrice dell’Università di Padova -. C’è grande felicità e orgoglio nel poter dire che si tratta del miglior risultato fra tutti gli atenei, ma c’è soprattutto un profondo senso di riconoscenza per donne e uomini che hanno fatto sì, con il loro lavoro prezioso e appassionato, di poter ottenere un riconoscimento che dà lustro a tutto l’Ateneo”. I 350 Dipartimenti sono ora ammessi alla procedura di selezione he porterà ad individuare entro fine anno i 180 Dipartimenti di eccellenza che risulteranno assegnatari dei finanziamenti previsti.

Leggi anche:

Unipa

Lutto ad Unipa: il cordoglio della Facoltà di Lettere

Unipa, il Rettore Midiri incontra gli studenti delle scuole superiori

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata