Home

Arrivato in Italia nel 2018, Komeil si è laureato presso l’Università “Aldo Moro” di Bari alla facoltà di Lingue e Culture per il Turismo e la Mediazione Internazionale. È il primo studente rifugiato afgano.

La storia di Komeil

Fuggito dalla sua patria a causa del nuovo regime talebano, Komeil ha riempito la sua valigia di sogni e speranze alla volta dell’Italia, dov’era intenzionato a continuare i suoi studi. Ed è proprio nell’ambiente universitario italiano che ha trovato esattamente ciò che sperava: accoglienza e integrazione.

“Continuerò a studiare in Italia”

Laureatosi con una tesi in Lingua e traduzione portoghese dal titolo “L’Arte della Diversità: tradurre le culture lusofone”, il 27enne continuerà i suoi studi in Italia, muovendo i passi verso il suo sogno: diventare ambasciatore. “Voglio continuare a studiare nell’ambito della mediazione e delle relazioni internazionali“.

Per me l’Università è stato il luogo in cui mi sono sentito integrato, mi ha reso più forte e ho sentito la bellezza della diversità, e che mi ha aiutato a relazionarmi con il mondo esterno” rivela Komeil a La Gazzetta del Mezzogiorno.

Foto: BariToday

Matteo si laurea in Giurisprudenza: “Sono sordo e non mi sono mai arreso”

A 99 anni si laurea a Unipa, il nipote Giuseppe: “Vi racconto la storia di mio nonno”

Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata