Home

Ultimamente le tante piattaforme streaming hanno fatto un leggero cambio di rotta: sempre più serie e film svuota-cervelli e soprattutto sempre più programmi di intrattenimento, nuovi e freschi che puntano a far sorridere il grande pubblico.

Eh si, perché se già ci pensa il Covid a riempire le nostre vite di mille pensieri negativi e anche i tg talvolta non ci facilitano le cose, allora ci pensano queste piattaforme streaming a ridarci un po’ di leggerezza, almeno la sera o nei momenti liberi in cui possiamo accendere la tv.

Un intero catalogo Prime dedicato alla nostra infanzia

Dopo il programma di enorme successo, LOL, condotto da Mara Maionchi e Fedez, infatti Amazon con il servizio di Prime Video non arresta la sua scalata verso il successo e così che fa?

Propone un’intera libreria con cartoni animati della nostra infanzia.

 “Daltanious”, ad esempio, uno dei robottoni prodotto nel 1979 oppure Gundam o ancora il famoso Daitarn. Ma non mancano anche manga che ci riportano a mondi apocalittici ed eroi coraggiosi come i famosi e fighissimi supereroi americani. 

È il caso di Kyashan e Tekkaman, uno che combatte contro dei robot per salvare il genere umano e l’altro che diventa un cyborg per annientare nello spazio gli ostili alieni che minacciano l’umanità. Per poi non parlare di Holly e Benji che già la sigla era una trepidazione.

 Il catalogo di Prime Video mette a disposizione 4 film su questo avvincente cartone.

È tempo di tornare a visitare anche il famoso ladro gentiluomo, con Le avventure di Lupin III, la prima serie animata del 1971 che è disponibile su Prime Video.

Perché i cartoni giapponesi li amiamo tutti?

Le serie giapponesi anche se molto lontane dal fantastico mondo creato da Walt Disney, riuscivano comunque ad entrare nella nostra infanzia non uscendone più.

Chi non si è trovato con un amico di infanzia a ricantare insieme qualche sigla o ricordare le goliardiche avventure messe in atto tra le mura della propria casa, imitando uno di questi personaggi? Da Sailor Moon a Occhi di Gatti, da Heidy a Rossana, sono tanti i cartoni che il Giappone ha regalato alla nostra infanzia.

Uscendo dai toni fiabeschi, i giapponesi mescolavano science-fiction, sentimenti ed eterna lotta tra il bene e il male con un approccio realistico.

Forse ciò ha reso queste “anime” immortali, nel tempo e nella memoria di tante e diverse generazioni, che però non hanno mai dimenticato quegli anni della loro infanzia trascorsi tra merende e manga giapponesi.

unipa

Unipa, boom di iscrizioni alle Lauree Magistrali: dato più alto del decennio

Unipa aggiunge valore alla sua offerta: al via un nuovo persorso di alta formazione imprenditoriale

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata