Home

“Il Sud Italia ci sta molto a cuore, è un’area con una forte carenza di lavoro, di infrastrutture, di visione, un’area che ha bisogno immediatamente di un piano di crescita. Vogliamo metterci a disposizione di queste regioni e realizzare anche qui opere in modo onesto e trasparente, perché i ragazzi e le famiglie possano avere un futuro. Per questo lanciamo oggi un programma per 100 giovani ingegneri del Sud che vogliamo impiegare con noi nel mondo ma anche e soprattutto proprio qui nel Sud perché contribuiscano allo sviluppo della loro regione”: lo ha detto Pietro Salini, amministratore delegato di WEBUILD, in occasione della conferenza stampa sui cantieri della linea alta velocità/capacità Napoli-Bari, tenutasi presso gli Uffici di Presidenza della Regione Campania, alla presenza del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, dell’amministratrice delegata e direttrice Generale del cliente Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) Vera Fiorani e del commissario della Napoli-Bari Roberto Pagone. 

“Siamo qui a Napoli per collaborare con le istituzioni per riuscire ad accelerare la realizzazione di grandi opere sostenibili nel Sud Italia, come abbiamo fatto a Genova dove, sotto gli occhi di tutti, abbiamo dimostrato che le infrastrutture si possono fare bene e in modo trasparente e condiviso – ha aggiunto Salini -. È questo il programma di WEBUILD: fare e in fretta per contribuire alla realizzazione delle opere previste nel PNRR e delle tante altre infrastrutture che non sono comprese nel piano, ma possono partire a breve rappresentando la risposta alle necessità di queste regioni: collegamenti stradali, metro, lavori idrici. Lavoriamo insieme alla Pubblica Amministrazione, dalla stessa parte del tavolo, portando anche nel Sud lo stesso afflato e lo stesso spirito che abbiamo dimostrato per la ricostruzione del Ponte di Genova. Non un insieme di regole o di deroghe alle norme ma la volontà di applicare le norme e la voglia di fare insieme, tutti i giorni, senza paura”.


Leggi anche: Opportunità per le microimprese siciliane: in arrivo liquidità a fondo perduto


L’impegno di WEBUILD nel Sud Italia risale agli anni Trenta, con la realizzazione come Gruppo oltre 280 opere. WEBUILD è oggi al lavoro su 10 grandi progetti e altri due sono prossimi a divenire operativi. Con questi cantieri il Gruppo dà lavoro a più di 2.000 persone tra diretti ed indiretti, senza considerare tutto l’indotto che in questi progetti equivale a 1.700 fornitori, con contratti complessivi del valore di circa 950 milioni di euro. La linea ferroviaria Napoli-Bari punta a diventare un asse strategico per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel Sud Italia, con tempi di percorrenza quasi dimezzati tra Napoli e Bari, collegate in sole due ore, e permetterà inoltre di avvicinare Nord e Sud, con la previsione di un viaggio da Milano a Bari in sei ore.

Ma la realizzazione della nuova linea si afferma anche come volano di sviluppo economico ed occupazionale nell’area: le due tratte a cui sta lavorando il Gruppo – la Napoli-Cancello e la Apice-Hirpinia – vedono oggi all’opera oltre 2200 uomini e donne tra diretti e indiretti ed indotto. Persone a cui si aggiunge una lunga filiera di fornitori rappresentata da circa 400 aziende soprattutto nazionali. La tratta Napoli Cancello consentirà di portare i binari della linea a servizio della stazione AV di Napoli-Afragola, costruita dalla società Astaldi parte del Gruppo WEBUILD, stazione che una volta operativa diventerà hub per l’interscambio passeggeri tra i servizi regionali e AV. Il tracciato si articola per circa 15,5 km nei territori di Casoria, Casalnuovo, Afragola, Caivano e Acerra. La seconda tratta della linea in costruzione, Apice-Hirpinia, invece, supera i 18 chilometri e prevede l’attraversamento dell’Appennino e la realizzazione della stazione intermedia di Hirpinia.

Nel progetto rientra la costruzione di tre gallerie naturali e quattro viadotti in un contesto molto complesso dal punto di vista paesaggistico. L’alta velocità ferroviaria Napoli-Barirappresenta uno dei progetti di mobilità sostenibile oggetto di rebranding da parte del Gruppo WEBUILD, operazione che sottolinea il ruolo che le infrastrutture possono giocare come leva per la ripresa e la creazione di lavoro in Italia. Insieme al raddoppio ferroviario Bicocca-Catenanuova, tratta della linea ferroviaria ad alta capacità Palermo-Catania, l’operazione di rebranding riguarda anche il Progetto Unico Terzo Valico dei Giovi-Nodo di Genova e, nel settore stradale, il progetto del Terzo Megalotto della strada statale 106 Jonica: cantieri “aperti” in cui il Gruppo, per garantire la massima trasparenza, sta posizionando telecamere che permetteranno a tutti di seguire h24 i lavori delle opere che velocizzeranno gli spostamenti di merci e persone, ridurranno le emissioni di CO2 e renderanno il Paese più efficiente e competitivo.

Leggi anche:

Sfaticati e viziati? No, i giovani sono stanchi di essere sfruttati per paghe da fame

Lauree e lavori più richiesti e pagati

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata