Home

Novità in arrivo per una parte di coloro che percepiscono il Reddito di cittadinanza. A partire dal mese di marzo, infatti, questo potrebbe subire un lieve aumento.

Reddito di Cittadinanza: le novità da marzo

L’assegno, da domani, verrà erogato direttamente sulla carta RdC e non sarà necessario fare alcuna domanda: tutto avverrà in automatico. A poter usufruire di questo servizio, le famiglie con figli a carico (comprese dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni). Sempre a partire dal mese di marzo, come è noto, l’Inps inizia i pagamenti dell’assegno unico universale per i figli. In pratica, all’importo del Reddito di cittadinanza regolare, dovrebbe dunque unirsi sia il pagamento dell’assegno unico temporaneo (riferito al mese di febbraio) che quello universale (primo pagamento del mese di marzo).


Leggi anche: Fa la tesi di laurea sul reddito di cittadinanza e la invia a Draghi: la risposta inaspettata


Reddito familiare e aggiornamenti

Ma non solo. L’Inps ha informato i percettori del sussidio statale che il valore di alcune prestazioni assistenziali che percepiscono i componenti del nucleo familiare è in fase aggiornamento. Per questa ragione, potranno verificarsi “variazioni nell’importo della rata della prestazione Rdc/Pdc rispetto a quanto percepito in precedenza”. In sostanza, il vero cambiamento del reddito di cittadinanza risiederà nel “Reddito familiare” che viene stabilito in base all’Isee “come somma dei redditi e dei trattamenti esenti percepiti da tutti i componenti il nucleo familiare”, concludono gli esperti.

Palermo, l’ira del ristoratore: “Offro lavoro, ma i giovani preferiscono il reddito”

reddito di cittadinanza

Senza Green Pass niente Reddito di cittadinanza, a rischio 100mila percettori

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata