Home

Un aereo militare filippino è precipitato nel Sud del Paese, con a bordo almeno 85 persone. Lo ha reso noto il capo delle Forze armate, il generale Cirilito Sobejana, spiegando che finora 15 persone sono state tratte in salvo dai rottami fumanti del C-130, precipitato mentre tentava l’atterraggio sull’isola di Jolo, nella provincia di Sulu. “I soccorritori sono sul luogo dell’incidente”, ha aggiunto Sobejana, “preghiamo di poter salvare altre vite”. 

Sono salite a 31 le vittime dello schianto dell’aereo militare avvenuto oggi nelle Filippine. Lo hanno reso noto le Forze armate del Paese nell’ultimo aggiornamento fornito dal Comando di Mindanao occidentale. I morti sono 29 militari e due civili. Altri 50 militari e quattro civili sono feriti e stanno ricevendo cure. A bordo c’erano 96 persone, un numero piu’ alto di quello precedentemente riferito.

L’aereo, un Hercules C-130 da trasporto proveniente da Cagayan de Oro, stava cercando di atterrare a Patikul, nella provincia di Sulu, regione autonoma del Mindanao Musulmano, ma ha mancato la pista e si e’ incendiato, secondo la prima ricostruzione fornita dal capo di Stato maggiore, Cirilito Sobejana. Molti dei militari passeggeri avevano da poco terminato l’addestramento per essere impiegati in una task force antiterrorismo.

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata