Home

Tragico incidente nel siracusano. Un bambino di 7 anni cade dalla finestra del bagno di casa ieri pomeriggio e perde la vita.

Dalle testimonianze raccolte dai carabinieri della Compagnia di Augusta, che conducono le indagini, il piccolo, era in casa con la mamma impegnata a cambiare il pannolino alla sorellina più piccola in camera da letto. Alla richiesta della donna di buttare il pannolino nella spazzatura, il bambino si è diretto verso il bagno e ha lanciato il pannolino dalla finestra. Poi è salito sul bordo del water, probabilmente, per vedere meglio dove fosse andato a finire, ma si è sporto troppo perdendo l’equilibrio e cadendo giù dalla finestra.

Immediati i soccorsi nella piccola frazione di Melilli, ma nulla è stato possibile per salvarlo. I Medici hanno fatto di tutto per tenerlo aggrappato alla vita, ma le lesioni causate dalla caduta dalla finestra erano troppi gravi per poter sperare in una ripresa.

Prima il tonfo e poi le urla hanno anticipato la tragedia che ha spezzato la serenità della famiglia, segnata negli anni scorsi da un altro dramma, ovvero la scomparsa del padre del bambino. Anche i vicini sono rimasti sgomenti per l’accaduto e traumatizzati da una così orrenda morte.

Per il momento, non ci sono elementi che evidenziano responsabilità da parte dei familiari. Peraltro, i carabinieri hanno già ascoltato la mamma, la sorella più grande e anche altri parenti. Non ci sono mai stati casi di maltrattamenti, come confermato dal personale dei Servizi sociali del Comune di Melilli. Nulla che possa far pensare a qualcosa di più di un incidente, capace, comunque, di scuotere l’intera comunità di Villasmundo.


Leggi anche:

“Slot? No Grazie!”La Sicilia ha una legge contro la ludopatia


Laurenda in Medicina, molla la terra ferma per vivere in barca a vela: ecco la storia di Marta

Bimbo di 10 mesi muore dopo aver ingoiato ventosa. Indagati i genitori


Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata