Home

Primo caso in Sicilia di vaiolo delle scimmie, scoperto al Civico di Palermo: i dettagli

In Sicilia è stato diagnosticato il primo paziente con vaiolo delle scimmie. La scoperta è avvenuta a Palermo, all’ospedale Civico, grazie all’equipe guidata dal dottor. Tullio Prestileo, che dirige l’Unità operativa patologie infettive nelle popolazioni vulnerabili.

 Il paziente, un 40enne di Palermo, ha contratto la malattia a Londra circa 10 giorni fa, a causa di un contatto con un positivo. I primi sintomi legati alla malattia si sono presentati giovedì scorso. Oggi l’esame eseguito al laboratorio di virologia del Policlinico di Palermo dai professori Giovanni Giammanco e Donatella Ferraro ha confermato la diagnosi.


Leggi anche: Allarme per il vaiolo delle scimmie, Bassetti: “E’ in Italia, vi spiego perché è pericoloso”


Primo caso in Sicilia di vaiolo delle scimmie, scoperto al Civico di Palermo

Lo scorso maggio c’erano stati due casi sospetti al Policlinico di Palermo, ma dopo gli accertamenti i due pazienti erano risultati negativi ai test specifici. Questo quindi al momento risulta essere il primo caso certo di vaiolo delle scimmie nell’isola. Non sembrano esserci altre persone infette.


Leggi anche:

“Insegno Antimafia all’Università, ma i baroni vogliono eliminarmi”: la denuncia del prof. Costabile


Condividi


AGGIORNAMENTI

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web Younipa.it , alla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram.

Concorsi pubblici: Tutti i bandi attivi al momento Ricevi sul canale Telegram la rassegna stampa con le ultime novità sui concorsi e sul mondo del lavoro. Prova il nostro tool online per la ricerca di lavoro in ogni parte d’Italia.

NEWS LE NEWS PIU IMPORTANTI Per non perderti tutte le news più importanti raccolte in un unico canale Telegram. Cronaca, politica, sport, cultura, eventi e tanto altro ancora.

GOSSIP: IL nostro canale Telegram dedicato al mondo del gossip Qui per il Gossip

Post correlati


A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”