Home

Milano. Il Consiglio comunale di Milano ha approvato un nuovo Regolamento per la qualità dell’aria. Introduce in città, dal primo gennaio 2021, il divieto di fumare all’aperto, tranne che in luoghi isolati. Dalle fermate dei mezzi pubblici ai parchi, fino ai cimiteri e alle strutture sportive, come gli stadi, sarà proibito fumare nel raggio di dieci metri da altre persone.

Quindi dal 2021, a Milano, stop al fumo al parco, alla fermata dell’autobus, allo stadio. Invece, dal primo gennaio 2025 il divieto di fumo sarà esteso a tutte le aree pubbliche all’aperto.

Qualità dell’aria e salute

«È un provvedimento che ha un duplice significato perché aiuta a ridurre il Pm10», le particelle inquinanti che sono più nocive per i polmoni, «ma fa anche un’operazione di prevenzione della salute», ha spiegato Marco Granelli, assessore alla Mobilità del Comune in commissione consiliare riunita online. «Pensiamo sia una spinta ulteriore che diamo per migliorare la salute e questo ha un significato maggiore adesso, con la pandemia in corso».

Le altre novità del Regolamento

Per garantire un elevato livello della qualità dell’aria sono previste nuove regole anche per le attività di cantiere, in particolare per il contenimento delle polveri che vengono sollevate dai mezzi in opera. Entro 30 giorni dall’entrata in vigore del regolamento diventa obbligatorio effettuare pulizie con determinate periodicità. Per esempio, lavare le ruote dei mezzi in uscita dal cantiere, tenere bagnate le piste. Mantenere una velocità di transito dei mezzi particolarmente moderata lungo i percorsi sterrati posti all’interno dell’area di cantiere. Utilizzare, per la movimentazione di terra, mezzi dotati di cassoni chiusi o telonati, o comunque dotati di dispositivi per il contenimento della dispersione delle polveri. Schermare gli impianti che generano emissioni polverulente Altri obblighi riguardano il divieto di utilizzare macchine mobili non stradali obsolete e divieti progressivi sulle motorizzazioni più vecchi. Infine, già a partire dall’anno in corso, nel periodo compreso tra il 1° ottobre e il 31 marzo, sono vietati fuochi d’artificio e barbecue.


Leggi anche:

Polemica sulle foto di Letizia Battaglia per Lamborghini

Zona rossa, regioni a rischio: oggi arrivano le novità


Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata