Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno.

Università di Palermo – Martedì 7 Aprile, l’associazione studentesca Intesa Universitaria Giurisprudenza ha svolto un seminario sulla piattaforma online Microsoft Teams sul rinomato caso di Chico Forti, nostro connazionale condannato per omicidio nel 1998 negli Stati Uniti d’America.

L’emergenza Covid-19 non ha fermato i membri dell’associazione dal continuare il loro percorso di rappresentanza a favore degli studenti.

La vicenda è sempre stata oggetto di dubbi e misteri e a tal proposito i membri dell’associazione hanno deciso di approfondire il caso organizzando un seminario per gli studenti di Giurisprudenza e non solo.

Relatori dell’attività sono stati il prof. Bartolomeo Romano, docente ordinario di Diritto Penale, e il Dottor Lorenzo Matassa, Giudice del Tribunale Penale di Palermo e autore del libro “Tra il dubbio e l’inganno: da Versace al caso Forti: una doppia trappola mortale“.

Da diversi anni ormai gli studenti dell’associazione conducono numerosi progetti seminariali: dal Caso su Stefano Cucchi al Maxi-Processo di Mafia, fino allo Stalking e alla violenza sulle donne.

 Tutte attività, che non solo fanno da fondamentale contorno allo studio del Diritto, ma che aiutano gli studenti a conseguire un numero di crediti formativi, fondamentali per richiedere i benefici e servizi dell’ERSU e completare il loro percorso volto al conseguimento della laurea.

I membri dell’Associazione continuano, inoltre,  il loro lavoro di rappresentanza tramite info Point online e canali social di comunicazione, attraverso i quali rispondono alle esigenze e alla numerose domande dei colleghi.

Per chi volesse rivedere il seminario sul caso Chico Forti è disponibile sulle pagine social dell’Associazione Intesa Universitaria Giursprudenza al seguente link www.facebook.com/IntesaUniversitariaGiurisprudenza/

I membri dell’Associazione
Intesa Universitaria Giurisprudenza

Condividi