Home

Pubblicato il calendario delle prove scritte per il Concorso Ripam: al bando 2293 nuove assunzioni. Le prove si svolgeranno in più regioni dal 5 all’8 luglio 2022.

Il Concorso pubblico Ripam, per titoli ed esami, è volto alla copertura di 2293 posti complessivi di personale non dirigenziale di area seconda, a tempo indeterminato, da inquadrare nei ruoli della Presidenza del Consiglio dei ministri, del Ministero dell’economia e delle finanze, del Ministero dell’interno, del Ministero della cultura e dell’Avvocatura dello Stato.

Concorso Ripam 2293 posti: profili e materie

Per il Concorso 2293 Ripam sono previsti due profili: AMM (amministrativo) ed ECO (economico). Di seguito, le materie da studiare per ciascun profilo:

Profilo AMM (Profilo amministrativo)

  • Elementi di diritto amministrativo
  • Elementi di diritto penale con riguardo ai reati contro la pubblica amministrazione
  • Elementi di contabilità di Stato e degli enti pubblici
  • Elementi di diritto dell’Unione europea
  • Norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, doveri e diritti dei pubblici dipendenti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari
  • Uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse
  • Conoscenza della lingua inglese
  • Capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale
  • Quiz situazionali.

Profilo ECO (Profilo economico)

  • Elementi di diritto amministrativo
  • Elementi di contabilità di Stato e degli enti pubblici
  • Elementi di ragioneria generale ed applicata
  • Elementi di economia politica e pubblica
  • Norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, doveri e diritti dei pubblici dipendenti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;
  • Uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
  • Conoscenza della lingua inglese.

Leggi anche: Nuovi Concorsi Pubblici: in arrivo oltre 800mila posti


I candidati che NON si presenteranno a sostenere la prova nella sede, giorno e ora stabiliti secondo il calendario, saranno considerati rinunciatari al concorso quali che siano le cause dell’assenza anche indipendenti dalla loro volontà, ancorché dovuta a forza maggiore e determinerà l’esclusione dalla procedura.


assunzioni

Concorso INPS per 1858 posti di consulente: IL CALENDARIO DELLA PRIMA PROVA

Concorso Giustizia per 5410 posti: la data delle prove scritte

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata