Da domani, una parte dei militari dell’Esercito in servizio in Sicilia sarà utilizzato nella vigilanza urbana e nei punti di arrivo dei passeggeri. Arriva il contributo delle Forze Armate nei controlli per il rispetto delle ordinanze che hanno l’obiettivo del contenimento del contagio da Covid-19, e ciò avverrà nelle aree che di volta in volta verranno individuate e segnalate nella nostra regione.

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorghese lo ha assicurato al governatore Musumeci durante un colloquio. Il Presidente aveva avanzato una richiesta alla Lamorghese, allarmato dalla crescita del tasso di contagio che da alcuni giorni si registra in Sicilia.

Musumeci, dopo aver richiesto pubblicamente varie volte l’intervento dell’esercito, e solo ieri ha formalizzato la richiesta in una nota inviata al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, vista la “perdurante diffusa inosservanza delle norme di prevenzione della diffusione del Covid-19”.

Il governatore, nella lettera inviata al responsabile del Viminale, ha sottolineato come l’Isola sia “una Regione dove il tasso di crescita dei soggetti positivi al contagio, in questo momento, si rivela superiore a quello della media nazionale”.

Musumeci aveva chiesto, quindi, di “valutare la necessità di impartire disposizioni affinché sia potenziato il numero delle pattuglie delle Forze dell’Ordine”, ricorrendo, ove ritenuto necessario, anche ai “militari dell’Esercito impegnati in Sicilia nell’operazione Strade sicure”.

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata