Facebook Campus è una nuova sezione all’interno del social network più diffuso al destinata esclusivamente agli studenti universitari. All’interno di Campus, gli utenti potranno trovarsi e conoscersi in base ai corsi che seguono e alle attività che svolgono, lasciando gli altri membri di Facebook all’oscuro di ciò che accade nella nuova sezione.

Una delle principali caratteristiche della nuova funzionalità, che prenderà il nome di Facebook Campus, sarà quella di essere priva di annunci pubblicitari, per “creare una grande esperienza di prodotto libera da inserzioni”.

Parlando del servizio, Facebook ha descritto Campus come un punto di ritrovo in cui gli studenti possono incontrarsi e condividere interessi, lezioni e la vita universitaria, una sorta di ritorno alle origini per il social network, creato nel 2004 per favorire la socializzazione tra gli studenti dell’Ivy League.

Nell’intenzione del social, anche quella di rendere Campus utile per gli studenti che si trovano a seguire le lezioni da casa online, mentre alcune università rimangono per la diffusione del coronavirus.

Un’altra delle novità è che gli studenti avranno la possibilità di creare dei profili separati dai loro account Facebook principali: gli utenti potranno interagire con gli altri compagni di classe, entrare in gruppi privati e partecipare a eventi scolastici. Tra i servizi offerti, vi è anche l’opportunità di usufruire di un feed di notizie specifiche legate al college e di chat room, con i contenuti condivisi su Campus che potranno essere visti soltanto dagli altri utenti iscritti.

Decine di college utilizzeranno Campus al momento del lancio, tra cui la Duke University, l’Università della Pennsylvania e il Vassar College. Facebook ha descritto l’attuale gruppo di scuole come progetti pilota per il programma, che cercherà di espandere nel 2021.

Leggi anche:

Ecco il loro vero aspetto di 10 imperatori romani

Netflix, film e serie TV GRATIS in Italia: ecco dove trovarli e su quali dispositivi guardarli

I Siciliani non danno fiducia ad Immuni. Sicilia ultima per download

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata