Home

Il fondatore e amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, ha annunciato che il social network rimuoverà completamente i “contenuti politici” dal suo flusso di notizie. Inoltre ridurrà la visibilità dei gruppi che veicolano contenuti politici sulla piattaforma.

Facebook annuncia: cancellati dal flusso delle news i gruppi a scopo politico

Zuckerberg ha annunciato l’ulteriore stretta al perimetro del “discorso” consentito sul social media ieri, 27 gennaio. Lo ha fatto tramite un messaggio di 2.800 parole pubblicato sul suo profilo personale, e definito un “aggiornamento di comunità”.

“Stiamo valutando le iniziative che potremmo assumere per ridurre la quantità di contenuti politici nel nostro news feed”, ha scritto Zuckerberg. “Uno tra i suggerimenti che più ci giungono è che la gente non vuole che la propria esperienza su questa piattaforma venga influenzata dalla politica e dagli scontri verbali”.

Continua l’ottimizzazione del social network

Zuckerberg ha anche annunciato quello che di fatto si prefigura come un ulteriore ricorso allo “shadow banning” (oscuramento dei contenuti) ai danni dei gruppi “civici e politici” che veicolano i loro messaggi sul social.

L’ad del social media ha confermato di aver già escluso questa tipologia di utenti dalla lista delle “raccomandazioni” prima delle elezioni presidenziali Usa del 2020.

“Stiamo continuando a ottimizzare il sistema, ma intendiamo continuare ad escludere dalle raccomandazioni i gruppi civici e politici a lungo termine, e intendiamo ampliare tali politiche a livello globale”, ha scritto l’ad della società.

Leggi anche

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata