Home

Il 23 aprile si celebra la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, evento organizzato dall’UNESCO

Ogni anno, dal 1996, il 23 aprile si celebra la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, conosciuta anche come Giornata del libro e delle rose. Questo evento, organizzato dall’UNESCO, ha la finalità di promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright. Durante questa giornata sono tantissimi gli eventi organizzati in tutto il mondo. Anche la scelta della data è simbolica: il 23 aprile, infatti, sono morti tre grandi autori della letteratura mondiale. Si tratta di William Shakespeare, Miguel de Cervantes e Garcilaso Inca de la Vega

Il valore di un libro secondo un noto scrittore

L’importanza ed il valore dei libri trova la sua sintesi nella frase dello scrittore americano Christopher Morley che dice: “Quando si vende un libro a una persona, non gli si vendono soltanto dodici once di carta, con inchiostro e colla, gli si vende un’intera nuova vita. Amore, amicizia, e navi in mare di notte; c’è tutto il cielo e la terra in un libro, in un vero libro”. Attraverso la lettura l’essere umano ha la possibilità di conoscere nuovi mondi e nuove storie. Leggere stimola l’immaginazione e la curiosità.

Un libro, tanti benefici

Leggere dunque non serve solo all’apprendimento, ma ha anche parecchi benefici. Tra questi stimola la mente aiutando a prevenire o rallentare lo sviluppo di malattie come l’Alzheimer e la demenza senile; riduce lo stress provocato dal lavoro, da varie problematiche o dalle relazioni; migliora le conoscenze, il bagaglio culturale ed espande il proprio vocabolario; aiuta la memoria ed aumenta la capacità analitica del pensiero; aumenta il livello di attenzione e le abilità di scrittura. 

Gli ultimi dati sui lettori italiani

Durante la lettura si perde la cognizione del tempo e dello spazio. Si entra in un universo fatto di immaginazione e fantasia. Nei primi tre mesi del 2021 l’editoria ha festeggiato con un incremento del 26,6% delle vendite di libri rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il Covid-19 non ha dunque arrestato la voglia degli italiani di leggere e di conoscere. «Questi dati confermano la bontà delle politiche di sostegno al settore proposte da tutta la filiera del libro unita – l’Associazione Italiana Bibliotecari, Aie, Associazione Librai Italiani – e messe in atto nel 2020 da Governo e Parlamento. Ci riferiamo in particolare al sostegno della domanda tramite 18App, la Carta Famiglia e il finanziamento degli acquisti delle biblioteche nelle librerie di prossimità. Tutte misure che chiediamo siano confermate e stabilizzate», ha dichiarato il presidente dell’Aie, Ricardo Franco Levi.

Qualche titolo interessante…

Di seguito troverete i titoli di alcuni libri da non perdere assolutamente: 

  1. Il postino di Neruda di Antonio Skármeta 
  2. Cecità di José Saramago, premio Nobel per la letteratura
  3. Donne che comprano fiori di Vanessa Montfort 
  4. Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia 
  5. La casa del sonno Jonathan Coe 

Leggi anche:

Si chiama “I Love Palermo” ed è un video tributo RAP alla Città

Concerti in streaming, flop per Ultimo: ecco perché ci mancano quelli in presenza

AstraZeneca

AstraZeneca sì, AstraZeneca no: la Regione Siciliana spiega perché è sicuro

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Ambra Cusimano

Giovane siciliana amante del buon mangiare e del buon bere. Ho una laurea in Relazioni Internazionali e Diplomatiche e da poco ho conseguito un Master in Food and Wine Management. Il confort food esiste per tirarti su il morale anche nei momenti peggiori, mai dimenticarlo. Spero di diventare una sommelier prima o poi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata