Home

Riaprono al pubblico, nel mese di giugno, i giardini di Palazzo d’Orléans. Ad annunciarlo, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, durante la conferenza stampa per la presentazione delle Giornate Fai di Primavera in Sicilia.

L’annuncio del Presidente della Regione

Abbiamo dovuto faticare tre lunghi anni, il tempo necessario per chiudere un complesso contenzioso con il privato, proprietario di buona parte del patrimonio faunistico dei giardini, e per avviare le procedure autorizzative con la prefettura e con il ministero dell’Ambiente”, così ha dichiarato Musumeci alla conferenza stampa tenutasi questa mattina. Il governatore siciliano ha inoltre precisato di aver già acquisito tutte le autorizzazioni necessarie e che gli animali del parco sono tutti passati al patrimonio della Regione. “Rimane aperta la interlocuzione con il ministero per definire gli ultimi dettagli, ma abbiamo già anticipato che nel frattempo restituiamo questo angolo meraviglioso alla pubblica fruizione dei palermitani e di tutti i visitatori”.


Leggi anche: Giornate FAI di Primavera, tutti i luoghi da scoprire in Sicilia


Parco d’Orlèans: la storia

Il Parco d’Orléans, edificato agli inizi dell’Ottocento, fa parte dell’omonimo palazzo che ospita la sede della Presidenza della Regione Sicilia. Oggi, i giardini si estendono per circa tre ettari e mezzo. In origine, ricoprivano una superficie ben più vasta, fino al 1950, quando il Conte di Parigi decise di vendere 40 ettari della tenuta all’Università degli Studi di Palermo. Acquisito dalla Regione nel 1955, e ultimato nel 1957, Parco d’Orléans venne trasformato negli anni Sessanta in parco ornitologico, grazie alla collaborazione dell’ornitologo Salvatore Lauricella. Per anni, l’Orléans è stato lo scrigno di molte specie animali provenienti da tutto il mondo.

Parco d’Orléans: l’apertura

Per poter ritornare a meravigliarsi dei giardini di Parco d’Orléans, bisognerà ancora aspettare qualche giorno. L’apertura, infatti, è prevista dopo le Giornate Fai di Primavera in Sicilia. Quest’ultime, si terranno nel weekend tra il 5 e 6 giugno, in cui sarà possibile visitare i gioielli dell’Isola conosciuti o inaccessibili.

Musumeci punta al bis: “Mi ricandido, i siciliani mi vogliono: è giusto andare avanti”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Cristina Riggio

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata