Home

Il Ponte Oreto cambia look per essere sistemato. Ad evidenziarlo la nuova segnaletica presente nella zona Oreto, in prossimità della stazione centrale di Palermo. Divieto di transito per i pedoni sul marciapiede e corsia disegnata sulla carreggiata.

Questa è solo una prima tappa dei lavori che si svolgeranno sul ponte, che unisce centro e periferia palermitana, ma non solo. L’obiettivo è quello di mettere in sicurezza il ponte Oreto, che insieme al ponte Corleone è in costante rischio per la sicurezza del cittadino palermitano.

“Ci auguriamo tutti che questi lavori possano iniziare il prima possibile”, racconta al Giornale di Sicilia Giuseppe Quartararo, consigliere della terza circoscrizione. Ed aggiunge: “Purtroppo la storia del ponte è ben nota e siamo ancora scettici. Nella zona Oreto bassa è stato vietato il transito ai mezzi Amat e quindi tutta la via si trova tagliata in due, ovviamente con tutti i disagi del caso. Mi chiedo come è possibile che un’amministrazione comunale non pensi ad un piano completo quando si affronta un’emergenza”.


Leggi anche: Palermo, mamma cerca il figlio universitario: “Aiuto, non trovo Ettore”, nella notte il ritorno


Ponte Oreto si trasforma, i pedoni sulla strada e via gli autobus

Nella strada del ponte Oreto è possibile vedere una striscia bianca che dovrebbe essere il passaggio pedonale, che, solo precariamente, sostituirà il marcepiede. La corsia dedicata al pedone non è caratterizzata da un divisore, così che pedone e mezzi possono e potranno stare a poco centimetri di distanza.

Un’altra importante novità per il ponte di via Oreto è dedicata ai mezzi pubblici. Infatti i mezzi pubblici non potranno al momento più transitare per il ponte. Una scelta che cambierà i percorsi sia agli autobus cittadini dell’Amat, ma anche, anzi soprattutto, per quelle linee che dai paesi del Palermitano portano alla stazione centrale o al Foritalico in via Messine Marine.

Al momento il cambiamento non sta causando particolari problemi alla città, ma come avvisa il consigliere della circoscrizione potrebbe causarne di futuri quando Palermo uscirà dalla zona rossa.


 Leggi anche:

Covid, il 90% dei giovani vuole scappare dall’Italia: “Qui siamo sottovalutati”


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata