Home

È festa grande da nord a sud per una coppa, quella degli Europei, che mancava dal 1968, quando l’Italia vinse contro la Jugoslavia. Migliaia di persone si sono riversate nelle piazze italiane dopo la vittoria ai calci di rigore contro l’Inghilterra nel tempio di Wembley. Tifosi impazziti in centro a Palermo. Bandiere tricolore, trombette e facce colorate di verde, bianco e rosso in piazza Politeama. Nel cuore del centro del capoluogo siciliano si riversano in strada i palermitani, subito dopo l’ultimo rigore parato da Donnarumma che consegna l’Europeo agli Azzurri. Nei giorni scorsi, come in tutto il Paese, le autorità avevano raccomandato di celebrare l’eventuale successo rispettando le norme anti-Covid.

A piazza del Popolo, cuore della Capitale, si esulta con fumogeni colorati, abbracci e grida. L’impresa della nazionale di Roberto Mancini ha tenuto i tifosi incollati agli schermi fino all’ultimo calcio di rigore. Dal palco della ‘fan zone’ i dj che hanno animato i tempi morti della partita ora stanno “pompando” la piazza con musica tecno, mentre tantissime persone sventolano i tricolori, che adesso si è trasformata in una discoteca a cielo aperto.


Leggi anche: L’Italia è campione d’Europa, il paradiso arriva ancora ai rigori: dramma Inghilterra


Situazione simile a Milano. È piena piazza del Duomo dove si sono riversati migliaia di milanesi per celebrare vittoria della Nazionale. Nonostante le transenne, il monumento a Vittorio Emanuele II è stato preso d’assalto da centinaia di giovani che ci si sono arrampicati. Anche qui, come a Roma, il trionfo azzurro viene celebrato con fumogeni, fuochi d’artificio, sventolio di bandiere tricolori e cori. Nelle vie del centro il traffico è in tilt per i caroselli delle auto mentre le strade sono percorse da un fiume di persone che cerca di raggiungere la piazza. Un film a tinta azzurra che si ripete a Torino: migliaia di persone si sono riversate in strada per festeggiare la vittoria. Anche qui fuochi d’artificio, caroselli e tricolori stanno riempiendo le vie del centro e le piazze della città.

Leggi anche:

L’Italia vince gli Europei, le lacrime di gioia di Mancini: “Siamo stati meravigliosi”

Calcio, prima dei rigori il destino era affidato ad una monetina: aneddoti curiosi

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata