Home

I rappresentanti degli studenti dell’Università di Palermo puntano al mantenimento delle lezioni registrate in concomitanza con le lezioni frontali in presenza. Risulta essere questa una delle nuove battaglie di chi vive Unipa: far rimanere la Dad per chi non può assistere di continuo alle lezioni in presenza o chi vuole rinfrescarsi la mente per le lezioni apprese.

Nelle scorse settimane abbiamo incontrato il Rettore al quale abbiamo presentato la nostra volontà di istituire all’interno dell’Università il regolamento per tutelare lo studente lavoratore, genitore e caregiver e per istituire una piattaforma di lezioni registrate“, raccontano nei profili social gli studenti appartenenti al gruppo Udu, Unione degli Universitari. Ma risulta essere anche supportata dagli altri gruppi studenteschi.


Leggi anche: Studente Unipa fugge all’estero, ma ammette: “Sogno di tornare a Palermo”


“Lezioni registrate per sempre”, la richiesta degli studenti Unipa

Questa nuova modalità può essere di supporto alla didattica di base“, continuano gli studenti. La risposta del nuovo rettore Massimo Midiri non si è fatta attendere. Il rappresentante dell’istituzione universitaria, che è succeduto a Micari da giorno 1 novembre, si è mostrato molto disponibile a cercare un punto di incontro con gli studenti.

“Per questo abbiamo preparato delle bozze di regolamenti che presenteremo alla delegata del Diritto allo Studio, la professoressa Amenta”, hanno concluso gli studenti. La situazione sembra essere in costante evoluzione e a breve potrebbe arrivare la risposta.


Leggi anche:

Sgarbi su Greta Beccaglia: “Le donne mi toccano il gluteo, i gay i testicoli: non ho mai detto niente”


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata