Home

Il Ministero licenzia una maestra negazionista. Succede a Treviso nella scuola elementare Giovanni XXIII . La maestra destituita si chiama Sabrina Pattarello ed è stata licenziata per avere manifestato la sua posizione No Mask in classe.

A segnalare la docente erano stati i genitori dei suoi alunni che il 14 dicembre scorso avevano anche fatto un sit-in davanti all’istituto.

Gli stessi studenti avevano raccontato ai propri genitori che l’insegnante supplente non utilizzava la mascherina. Dai racconti degli alunni era emerso anche che l’insegnante diceva ai piccoli alunni che il covid colpisce solo i vecchi. Invitava poi i piccoli ad avvicinare i banchi e a non proteggere se stessi e i compagni.

Anche sui social la maestra ha sempre espresso le sue posizioni. E’ perfino comparsa in televisione per sostenere la sua tesi circa l’inutilità della mascherina, arrivando anche a sostenere che il virus non esiste.

La maestra era stata assunta con un contratto speciale, conseguente all’emergenza covid.  

La comunicazione della risoluzione del contratto è arrivata dalla diregigente scolastica Lorella Zauli, dopo che si è concluso l’iter del procedimento disciplinare con l’accogliemento da parte del Ministero delle motivazioni della scuola. Così la maestra negazionista è stata destituita dal suo ruolo. Una decisiane estrema ma certamente indispensabile visto che un educatore deve essere capace di assolvere al delicato ruolo che le viene affidato.


Leggi anche:

Speranza firma l’ordinanza: ecco il “colore” delle Regioni


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata