Home

La zona gialla è il pass d’apertura anche per i luoghi di cultura. Lo sa bene il Teatro Massimo, che ritorna ad aprire al pubblico domani, 22 maggio, allestendo sul palco la Lucia di Lammermoor, la più famosa tra le opere serie di Donizetti.

Lucia di Lammermoor al Teatro Massimo

L’opera, allestita in forma semiscenica e teatrale, inaugura il debutto palermitano dopo mesi di forzata assenza. Indiscussa protagonista, la giovane promessa catalana del belcanto Sara Blanch. A dirigere lei e l’intero cast, sul podio dell’Orchestra il Maestro Roberto Abbado. L’opera andrà in scena sabato 22 maggio alle 18.30.


Leggi anche: Sicilia, tornano Le Vie dei Tesori per 8 weekend tutti da scoprire: ecco le date


Lucia di Lammermoor: trama

Capolavoro assoluto di Gaetano Donizzetti, composta nel 1835, su libretto di Salvatore Cammarano, Lucia di Lammermoor è tratto da “The Bride of Lammermoor” di Walter Scott. Dramma tragico in due tempi, l’Opera è divisa in tre parti. Al centro, un amore contrastato, quasi Shakespeariano, quello tra Edgardo e Lucia. Lord Enrico Asthon decide di far sposare sua sorella Lucia al nobile Arturo Bucklaw, ma la giovane si oppone perché innamorata di Sir Edgardo di Ravenswood, di casata contraria agli Asthon. Nel primo Atto, Lord Asthon, per convincere la sorella a sposare Lord Arturo, ricorre all’inganno mostrandole una falsa lettera in cui Edgardo si dichiara innamorato di un’altra donna. Lucia, angosciata dal tradimento, decide, sconfitta, di sposare Lord Arturo. Al castello, intanto, giunge Edgardo, che viene sfidato a duello dall’odiato Enrico. Lucia, presa dalla pazzia e dal folle amore per il suo Edgardo, decide di uccidere il novello sposo. Nel frattempo, Edgardo, incapace di vivere senza la sua amata, pensa di farsi colpire a morte da Enrico. Alcuni passanti lo avvisano che Lucia è in fin di vita, impazzita dal dolore. Edgardo corre al castello, ma ormai e troppo tardi: Lucia è morta e lui sconvolto si pugnala e muore a sua volta.

Il cast

Per il debutto palermitano, il Teatro Massimo non poteva che contare sul cast migliore. Accanto a Sara Blanch, sul palco insieme a lei, ci saranno infatti due affermatissimi interpreti: il tenore Celso Albelo (nei panni di Edgardo di Ravenswood), e Michele Pertusi. Fa ritorno a Palermo anche il baritono Ernesto Petti (Lord Enrico Ashton). Con loro David Astorga, Matteo Mezzaro e Natalia Gavrilan. Maestro del Coro, Ciro Visco. La mise en espace è di Ludovico Rajata, i costumi di William Orlandi che con Rajata cura anche il progetto visivo. L’imperdibile appuntamento con l’Opera è per domani sera.

Falcone

Unipa, pubblicata la Tesi di Laurea in Giurisprudenza di Giovanni Falcone


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Cristina Riggio

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata