Home

Dopo Catania, l’uragano potrebbe colpire anche Palermo. Giungono sempre più conferme sulla formazione di un profondo ciclone mediterraneo nei prossimi giorni, che potrebbe assumere caratteristiche tropicali diventando quello che viene chiamato Medicane (da MEDiterranean HurriCANE, ovvero uragano mediterraneo)”. A dirlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara.

Il suo messaggio sembra più che chiaro. “Purtroppo il maltempo alluvionale dei giorni scorsi in Sicilia potrebbe essere solo un antipasto di una nuova e ancora più severa ondata di maltempo che tra giovedì e venerdì potrebbe colpire l’Isola, quando il ciclone sembrerebbe fare landfall una volta potenziatosi nei pressi di Malta”, racconta Ferrara.

Inoltre sembra che da oggi saranno possibili nuove forti piogge e nubifragi legati al maltempo, in particolare su ragusano, siracusano e catanese, con venti burrascosi. In parte coinvolta anche la Calabria.


Leggi anche: Maltempo infernale a Catania, città sott’acqua: due vittime – FOTO E VIDEO


Rischio uragano in Sicilia: “Il maltempo colpirà anche Palermo”

L’esperto meteo aggiunge: “Il maltempo colpirà anche il Palermitano, con piogge e rovesci specie tra giovedì e venerdì. In quel momento le precipitazioni potranno risultare anche abbondanti. Il tutto accompagnato da venti anche forti tra Grecale e Levante, con raffiche anche superiori ai 70km/h e mari agitati”.

Al momento la Protezione civile regionale ha diffuso un avviso per rischio meteo-idrogeologico e idraulico. Esso è valido dalle ore 16.00 di ieri, alle ore 24 di oggi, 27 ottobre 2021. Inoltre la giornata corrente saranno previsti su Palermo un livello di allerta gialla e la probabile maltempo.


Leggi anche:

Universitario cerca ragazza incontrata sul treno e tappezza la città di volantini: l’appello


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata