Home

Il passaggio dall’università al mondo del lavoro costituisce un passaggio importante nella vita di ogni giovane studente. Nonostante le incognite sul futuroe il peso delle responsabilità, ogni studente universitario dovrebbe acquisire diverse competenze e rafforzare alcune abilità non sempre rintracciabili sui libri universitari. Tali competenze e abilità dovrebbero formare la persona e impostare alcuni comportamenti, soprattutto in vista del primo lavoro dopo la laurea. Per questo abbiamo pensato di proporti la lista delle dieci “cose” che dovresti imparare a fare prima della laurea. 

Cose da fare prima della laurea in dieci mosse

libri da studiare, gli esami da sostenere, una vita sociale da portare avanti e del relax da dedicarsi quando si ha un po’ di tempo libero. La vita degli studenti universitari è sempre stata molto faticosa ed è indubbio che l’emergenza sanitaria da Covid-19 non abbia fatto altro che peggiorare le cose. Come ti abbiamo anticipato, però, oltre alle nozioni da apprendere sui libri universitari, ogni studente dovrebbe affinare le proprie competenze e le proprie abilità, dando spazio a quelle che oggi vengono chiamate soft skills e pensando ai giusti comportanti da adottare in vista del primo lavoro dopo la laurea. Sebbene non esista un manuale per vivere, noi di Skuola.net abbiamo pensato di elaborare dieci cose che dovresti imparare prima della laurea. Vediamole insieme. 

10. Saper accettare una critica

Partiamo da un primo passo fondamentale: bisogna sapere riconoscere e accettare una critica costruttiva. Per farlo serve assumere un atteggiamento maturo e responsabile e mostrare rispetto nei confronti di chi dà un consiglio o rivolge una critica. Tale dritta non è solo importante all’università ma anche sul posto di lavoro: soprattutto durante i primi momenti è vitale far tesoro dei consigli e delle critiche mosse dai nuovi colleghi o dal proprio capo. È certo, allo stesso tempo, che bisogna anche imparare a saper discernere le critiche costruttive da quelle sterili, comprendendo così con sufficiente chiarezza come agire. 

9. Imparare a gestire il tempo

Publio Virgilio Marone predicava: “Fugge frattanto, fugge il tempo inesorabile”. Come avrai capito, la seconda mossa che ti proponiamo riguarda il tempo e la sua gestione. È fondamentale imparare a saper gestire tutte le attività previste per la giornata e riuscire a dare delle priorità in base al tempo che si ha a disposizione. 

8. Comunicare con il corpo

Soprattutto in ambiente lavorativo è importante saper comunicare anche con il corpo in quanto questo potrebbe dire all’ interlocutore tutto ciò che è necessario che sappia già prima che tu apra la bocca e inizi a parlare. Dei consigli per sembrare sempre tranquilli e interessanti? Non interrompere mai il contatto visivo con il tuo interlocutore neanche dopo aver finito di parlare, non agitarti e non toccarti troppo il viso: tale atteggiamento potrebbe dare l’impressione che tu stia mentendo o che non tu sia interessato ala conversazione! 

7. Imparare una seconda lingua

Si sa, conoscere una o più lingue rispetto alla propria costituisce un ampio ventaglio di possibilità lavorative. La quarta mossa che ti proponiamo per avere successo anche sul lavoro, dunque, riguarda proprio l’apprendimento di una lingua straniera. Cerca di individuare quale lingua potrebbe essere utile per ottenere un ipotetico posto di lavoro in linea con gli studi fatti

6. Affinare le proprie competenze informatiche

I successi della tecnologia avvenuti negli ultimi vent’anni hanno fatto sì che il digitale prendesse il sopravvento in quasi tutti i settori della quotidianità. Prima della laurea e in vista di un nuovo lavoro, è dunque essenziale avere una conoscenza base della tecnologia e dell’uso dei suoi strumenti.

5. Saper parlare in pubblico

Per molti parlare in pubblico è un’attività spiacevole e costituisce un serio motivo di angoscia e paura. In ambito lavorativo, però, potrebbe capitarti di essere chiamato ad affrontare mostre e presentazioni di fronte al tuo team o a clienti aziendali. 

4. Vestirsi in modo appropriato

La settima mossa che ti proponiamo riguarda il dress-code, ovvero quella serie di regole e linee guida che identificano il modo di vestirsi in determinate occasioni. Ciò che bisogna fare è dunque saper riconoscere il codice di abbigliamento per ogni evento o circostanza della quotidianità. Soprattutto sul posto di lavoro è dunque importante saper bilanciarevalorizzare e rafforzare la propria immagine professionale senza perdere identità o apparire troppo informali.

3. Saper chiedere scusa in modo sincero

Una delle virtù per la quale l’uomo riconosce i propri limiti è proprio l’umiltà. È dunque indispensabile imparare a chiedere scusa in modo sincero quando si commette un errore. Come riportato su Business Insider, un amministratoredelegato ha proposto una strategia per affermare con successo che si è dispiaciuti. I passaggi sono i seguenti: agire rapidamente, presentare le scuse di persona, spiegare cosa è successo, mostrare come eviterai il problema in futuro, chiedere scusa e sdebitarsi.

2.Riuscire a provare empatia per gli altri

Un altro degli obiettivi da porsi prima della laurea è riuscire a provare empatia per gli altri. Ma cosa si intende per empatia? È l’intenzione di comprendere le emozioni di un’altra persona e di sperimentarle in modo oggettivo e razionale. Ma attenzione, empatia non è un sinonimo di pena! Quando un individuo riesce a sentire il dolore o la sofferenza degli altri mettendosi al loro posto, risveglia il desiderio di aiutare e agire secondo principi morali. 

1. Essere a proprio agio del disagio

Non sempre tutto va come vogliamo! Per questo è importante riuscire ad “essere a proprio agio anche nel disagio”. Un collega antipatico o dei comportamenti astrusisul posto di lavoro, infatti, potrebbero influenzare negativamente le tue giornate. Per questo è importante non farsi suggestionare da tutto ciò che è negativo e continuare a vivere la propria vita personale e lavorativa con serenità. (Skuola)

Leggi anche:

Scene e posizioni sessuali dei film da provare a casa. La classifica

Coronavirus

Sicilia assediata dal Covid, è la prima in Italia per contagi

Sicilia. “Ho subito abusi da un prete per anni” la denuncia di un giovane

Tutti i Nuovi tirocini retribuiti attivi. Come presentare domanda

Dpcm: cosa si può fare in zona rossa, arancione e gialla – Regole e spostamenti

Coronavirus

Coronavirus, 8824 nuovi casi e 377 decessi: aumentano le terapie intensive

Covid. Un vaccino jolly contro future pandemie

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata