Home

Il ministero dell’Università e della Ricerca ha inviato a tutti gli atenei una nota in merito allo svolgimento delle prossime prove, sedute di laurea ed esami. La ministra Messa ha previsto che, in via del tutto eccezionale e laddove non sia possibile garantire la presenza, le università potranno prevedere lo svolgimento con modalità a distanza delle prove.

Ma anche delle sedute di laurea e degli esami di profitto programmati per la sessione di gennaio e di febbraio. In questo modo si garantirà il rispetto delle specifiche esigenze formative degli studenti con disabilità e degli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento.


Leggi anche: Obbligo vaccinale per tutto il personale dell’Università, cosa ne sarà dei prof no vax?


Università, possibile richiedere esami e lauree a distanza

“Tutto questo sarà possibile – spiega il ministero guidato da Maria Cristina Messa – come già avvenuto in occasione di altri picchi di contagio, utilizzando apposite procedure e tecnologie. Queste ultime garantiscano l’identificazione del candidato, la qualità ed equità della prova e la corretta verbalizzazione del voto finale”.

“Il ministero ricorda, inoltre, che il Consiglio dei Ministri riunito ieri ha deliberato l’estensione dell’obbligo vaccinale, senza limiti di età, a tutto il personale che lavora nelle università e nelle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica. Per gli studenti, invece, continua a valere il precedente obbligo di green pass”.


Leggi anche:

Covid Palermo, ambulanze in coda per ore ed ospedale da campo al Cervello: “Siamo all’inferno”

no vax

Covid Palermo, le dure parole del primario: “Polmoniti gravissime per i No vax. Peccato suicidarsi così”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata