Home

L’epilogo più amaro dopo giorni di agonia per Mario Turrisi, il 45enne avvocato di Tusa colpito da emorragia cerebrale due settimane dopo aver ricevuto il vaccino anti-Covid AstraZeneca. Come scrive Rita Serra sul Giornale di Sicilia, l’uomo era ricoverato al Policlinico di Messina dal giorno di Pasqua ma non si è più svegliato dal coma. I medici ne hanno quindi dichiarato la morte cerebrale. La famiglia ha dato il consenso per la donazione degli organi.


Leggi anche: AstraZeneca, l’Ema conferma: “I benefici superano i rischi, è sicuro”


Si tratta del secondo caso di trombosi avvenuto a Messina dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Solamente una settimana fa il decesso di Augusta Turiaco, 55 anni, vaccinata un giorno prima dell’avvocato. Turrisi era stato ex assessore e consigliere comunale a Tusa. Sul caso, subito segnalato all’Aifa, indaga anche la Procura di Patti.

Leggi anche:

Covid

Bollettino Covid, contagi stazionari e meno decessi: il punto della situazione in Italia e in Sicilia

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata