Home

La perla barocca nella Val di Noto che vi lascerà senza fiato, ecco dove siamo

La splendida perla barocca della Val di Noto vi catturerà per la sua bellezza monumentale, culinaria e architettonica, scopriamola insieme.

Palazzolo Acreide, la perla barocca
Palazzolo Acreide, la perla barocca- fonte: web

Situata nella provincia di Siracusa, Palazzolo Acreide è una città che si trova in una posizione splendida, in cui storia antica e presente si fondono armoniosamente. Questa località, insieme ad altre sette meravigliose destinazioni nella regione del Val di Noto, è stata riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Ciò che rende Palazzolo Acreide un luogo unico è la sua straordinaria eredità barocca, ma ciò che la rende ancora più affascinante è la sua ricca storia che abbraccia oltre tremila anni di evoluzione.

Questo luogo è stato plasmato da una successione di popoli e culture, tra cui Greci, Romani, Bizantini, Arabi, Normanni, Angioini e Aragonesi, che hanno lasciato un’impronta indelebile sulla sua storia e architettura.

Visitando Palazzolo Acreide, avrete l’opportunità di ammirare sculture rupestri, tra cui i celebri Santoni, che testimoniano l’arte millenaria presente in questa terra. Ma non è tutto, poiché la città ospita anche esempi di architettura liberty, che aggiungono ulteriori sfaccettature al suo patrimonio culturale e artistico.

Storia e Origini di Palazzolo Acreide, la perla barocca

L’antico nome greco di questa località era Akrai, derivato da “akra,” che significa sommità. Gli Arabi la chiamavano Balansûl, mentre i Normanni la denominarono Palatiolum a causa della presenza di un palazzo imperiale. La sua storia ha radici profonde, risalenti al XII secolo, quando i Siculi la fondarono come primo insediamento. Successivamente, nel 664 a.C., i Greci stabilirono Akrai sulla collina della Acremonte, dando inizio a una fase di grande splendore che perdurò tra il 275 e il 215 a.C. durante il regno di Gerone II.

Con la caduta di Siracusa nel 211 a.C., la città passò sotto il dominio romano e prese il nome di Acre. Gli Arabi la devastarono nel 827, portando a un periodo di abbandono. Verso la fine del IX secolo, la collina a est della città distrutta fu gradualmente ripopolata.

Nel XII secolo, i Normanni costruirono un castello, che in seguito divenne un palazzo baronale, e diverse baronie si avvicendarono nel governo della città. Tuttavia, il terremoto del 1693 causò gravi danni a Palazzolo, portando a un processo di ricostruzione che coinvolse in parte le strutture originarie del quartiere medievale e in parte la creazione del corso principale attuale. Nel 1862, in onore dell’antica città greca, fu aggiunto il patronimico “Acreide” al nome della città,

Cosa visitare a Palazzolo Acreide, la perla barocca

La Chiesa di San Sebastiano si erge come un autentico capolavoro del barocco siciliano, una struttura risorta dalle macerie causate dal terremoto del 1693. Il Palazzo del Comune, invece, presenta un’elegante architettura classica con tocchi di stile liberty, mentre lungo il corso Vittorio Emanuele si erge imponente Palazzo Judica, un esempio straordinario di architettura barocca.

Chiesa di San Sebastiano
Chiesa di San Sebastiano- fonte: web

Palazzo Pizzo segue fedelmente il linguaggio estetico del barocco, mentre, attraversando il suggestivo borgo medievale, si raggiunge il castello in rovina che offre una vista panoramica mozzafiato sulla valle dell’Anapo. Tra le numerose chiese presenti, spiccano la Chiesa di San Michele Arcangelo e quella dell’Annunciata, entrambe degne di una visita.

Palazzo Pizzo
Palazzo Pizzo- fonte: web

Tra le attrazioni da non perdere ci sono anche la Villa Comunale, il cimitero monumentale e, naturalmente, l’area archeologica che conserva i preziosi resti dell’antica Akrai. E, per una curiosità, a Palazzolo Acreide potrete ammirare il balcone barocco più lungo d’Europa.

Villa Comunale di Palazzolo Acreide
Villa Comunale di Palazzolo Acreide- fonte: web
 balcone barocco più lungo d'Europa.
balcone barocco più lungo d’Europa.- fonte: web

Cosa mangiare

Le specialità culinarie di Palazzolo Acreide includono i cavati, una pasta fatta a mano con una forma allungata, solitamente servita con un delizioso sugo di maiale. I ravioli di ricotta sono un altro piatto caratteristico, mentre la caponata rappresenta una prelibatezza amata dai locali. Tra i prodotti tipici, spicca la salsiccia, realizzata riempiendo un budello naturale di suino con una miscela di spezie, sale, peperoncino e parti magre, come la spalla, tagliate a dadini o tritate. Per completare il sapore unico, viene aggiunto del vino rosso all’impasto.

Ottobre in Sicilia: tutte le sagre per celebrare le tradizioni culinarie

Vueling, nuove rotte internazionali dall’Italia, novità per la stagione invernale

Itinerario da sogno: un viaggio immersi nella cultura e nel fascino della Sicilia orientale

Condividi

AGGIORNAMENTI

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web Younipa.it , alla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram.

Concorsi pubblici: Tutti i bandi attivi al momento Ricevi sul canale Telegram la rassegna stampa con le ultime novità sui concorsi e sul mondo del lavoro. Prova il nostro tool online per la ricerca di lavoro in ogni parte d’Italia.

NEWS LE NEWS PIU IMPORTANTI Per non perderti tutte le news più importanti raccolte in un unico canale Telegram. Cronaca, politica, sport, cultura, eventi e tanto altro ancora.

GOSSIP: IL nostro canale Telegram dedicato al mondo del gossip Qui per il Gossip

Post correlati


A proposito dell'autore