Home

Come ogni anno, anche in questo 2021 la Shangai Ranking, una delle più accreditate agenzie di rating internazionale per la valutazione di atenei ed enti di ricerca, ha deciso di stilare una classifica che comprendesse tutti gli atenei del mondo. E ognuno di essi con annesse statistiche e curiosità legate alle singole facoltà.

Il primo posto è andato ad Harvard, per l’ateneo americano arriva una medaglia d’oro scontata. Inoltre il campus americano, che ospita le migliori menti del mondo, risulta avere un punteggio di 100 su 100. Tra le prime 200 posizioni risultano esserci alcuni atenei italiani: ma non Unipa.

A conquistare la parte che va tra le prime 100 e 200 posizioni sono presenti 4 atenei: l’Università di Padova, l’Università di Roma La Sapienza, l’Università di Pisa e la Statale di Milano. Per poter evidenziare l’Università di Palermo bisogna scendere tra la fascia 501-600esima. Ogni anno per Unipa il trend comunque sembra essere positivo e in crescita. E alcune delle facoltà dell’ateneo siciliano risultano nelle eccellenze mondiali.


Leggi anche: Unipa le revoca la laurea, commercialista fa ricorso al Cga e vince contro il Tar


Le Università migliori al mondo, Unipa sorprende in classifica: le facoltà più prestigiose dell’ateneo

Dal 2019, infatti, è stato sempre un crescendo in termini di classifica, almeno per quella della Shangai Ranking. Tra gli insegnamenti migliori ad Unipa il primo posto lo ottiene Water Resources. Il tema delle risorse idriche nel corso palermitano ricopre le prime 150 posizioni mondiali del settore.

Mentre un altro fiore all’occhiello dell’ateneo, nato nel 1779, sembra essere Ingegneria Civile. Poi Farmacia e Chimica che nel settore mondiale ricoprono le prime 200 posizioni. A seguire si trovano invece Scienze della Terra, Ingegneria Chimica, Biotecnologie e Ingegneria delle Energie rinnovabili. Queste realtà risultano tra le prime 400 nel mondo.


Leggi anche:

Ad ogni ateneo il “suo” green pass, Unipa tra quelli che puntano di più sulla certificazione


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata