Home

Via il avaccino per i soggetti vulnerabili. Nella campagna vaccinale della nostra regione, sarà adesso il turno dei soggetti estremamente vulneravili. Si tratta di una numero di circa 500mila cittadini. 

L’assessorato regionale della Salute con le sue strutture preposte, sta procedendo all’organizzazione delle prenotazioni per i cittadini che rientrano in questa categoria.

Chi sono gli “estremamente vulnerabili”

Sono quelle persone affette da condizioni di danno d’organo preesistente o che in ragione di una compromissione della risposta immunitaria a Sars COv2 hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di Covid-19″. Vediamoli nello specifico:

Malattie respiratorie
– Fibrosi polmonare idiopatica;
– Altre malattie respiratorie che necessitinodi ossigenoterapia.

Malattie cardiocircolatorie
– Scompenso cardiaco in classe avanzata (III-IV NYHA);
– Pazienti post shock cardiogeno.

Malattie neurologiche
– Sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone;
– Sclerosi multipla;
– Distrofia muscolare;
– Paralisi cerebrali infantili;
– Pazienti in trattamento con farmacibiologici o terapie immunodepressive*
– Miastenia gravi;
– Patologie neurologiche disimmuni.

Diabete/altre endocrinopatie severe (quali morbo di Addison)
– Soggetti con diabete di tipo 1
– Soggetti con diabete di tipo 2 chenecessitano di almeno 2 farmaci per il diabete o che hanno sviluppato complicanze.
– Soggetti con morbo di Addison
– Soggetti con panipopituitarismo.

Fibrosi cistica
Pazienti da considerare per definizione ad alta fragilità per le implicazioni respiratorie tipiche della patologia di base.

Insufficienza renale/patologia renale
Pazienti sottoposti a trattamento dialitico cronico.

Malattia epatica
Pazienti con diagnosi di cirrosi epatica.

Malattie autoimmuni – immunodeficienze primitive
– Pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza*
– Pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico*

Malattie cerebrovascolari
– Evento ischemico-emorragico cerebrale che abbia compromesso l’autonomia neurologica e cognitiva del paziente affetto;
– Persone che hanno subito uno “stroke” nel 2020 e per gli anni precedenti con ranking maggiore o uguale a 3.

Patologia oncologica
– Pazienti con patologia tumorale maligna in fase avanzata non in remissione
– Pazienti oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure*.

Emoglobinopatie
Pazienti affetti da talassemia, anemia a cellule falciformi.

Sindrome di Down
Tutti i pazienti con sindrome di Down in ragione della loro parziale competenza immunologica e della assai frequente presenza di cardiopatie congenite sono da ritenersi fragili.

Trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche
– pazienti in lista d’attesa o trapiantati di organo solido *;
– pazienti in attesa o sottoposti a trapianto (sia autologo che allogenico) di cellule staminali emopoietiche (CSE) dopo i 3 mesi e fino ad un anno, quando viene generalmente sospesa la terapia immunosoppressiva*;
– pazienti trapiantati di CSE anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l’ospite cronica, in terapia immunosoppressiva*;

Grave obesità
Pazienti con BMI maggiore di 35.

HIV
-Pazienti con diagnosi di AIDS o <200 CD4.

* Vaccinare anche i conviventi

Un altro passo importante

La Regione in una nota chiarisce: “Si tratta del secondo importante step su un target fragile: la Sicilia, infatti, già lo scorso 2 marzo ha avviato la campagna di somministrazione del vaccino sui disabili gravissimi ed i loro caregiver”. 

Come prenotarsi

La prenotazione della vaccinazione potrà avvenire a partire da domani, 16 marzo 2021 alle ore 15.00. Tramite la piattaforma telematica messa a disposizione dalla struttura commissariale nazionale, gestita da Poste Italiane (il link). Per i cittadini che, per condizioni di salute certificate, non potranno recarsi nei punti vaccinali territoriali, sarà possibile prenotare la vaccinazione a domicilio, tramite call-center al numero 800 009 966.

 Il meccanismo sarà quindi quello di tutte le altre prenotazioni e con la stessa modalità.

Infine, la Regione sottolinea nella nota che, seguendo le disposizioni del nuovo piano nazionale che ha bloccato di fatto la somministrazione del vaccino sul target dei cosiddetti ‘servizi essenziali’, anche in Sicilia si proseguirà con le vaccinazioni programmate per età anagrafica e non per categoria”.


Covid, infermiera rifiuta il vaccino e in reparto scoppia un focolaio di variante inglese


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata