Home

“Qualche ora ancora e scopriremo se l’indice Rt, come appare dalla riduzione dei contagi in Sicilia, ci permetterà di condividere col governo centrale il possibile declassamento del rischio della regione”.

Così l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, riferendo all’Assemblea siciliana sulla situazione pandemica in Sicilia, attualmente in zona rossa. 

L’assessore alla Salute Ruggero Razza ha fatto intendere che tra 48 ore capiremo se il passaggio alla zona arancione è possibile.


Leggi anche: Bollettino Covid, in Italia casi e morti in aumento: giù il tasso di positività in Sicilia


Inoltre, Razza ha sottolineato che “Nelle ultime settimane l’incidenza per diecimila abitanti ha visto la Sicilia al quinto posto in Italia, quella per deceduti sempre per diecimila abitanti al 12esimo posto e i tamponi molecolari realizzati, sempre su diecimila abitanti, ci vedono al settimo posto”. 

Quanto alla situazione degli ospedali, Razza ha chiarito che “In Sicilia i ricoverati sono il 3 per cento degli attuali positivi.

In terapia intensiva si trovano 228 persone, l’1 per cento del totale dei positivi”.

Per quanto riguarda l’occupazione dei posti letto negli ospedali la Sicilia è “tra le regioni italiane che hanno il maggior rispetto dei parametri di ospedalizzazione che vedono una soglia del 30 per cento per le terapie intensive e del 40 per cento per la degenza ordinaria. L’Isola in questo momento si trova al di sotto di entrambi i parametri”.“


Altre News:

Vaccino Covid, è scontro tra UE e AstraZeneca

Ue, arriva la zona rossa scuro: cos’è e quali regioni d’Italia rischiano

Walter Ricciardi: “Su mezzi pubblici servono mascherine Ffp2”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata