Home

La campagna di vaccinazione prosegue in tutti i Paesi del mondo, tra i dubbi di diversi esperti e gli annunci trionfali dei politici


AGGIORNAMENTO : “Nessun collegamento con il Vaccino” La conferma dell’autopsia per l’infermiera deceduta


In Portogallo è giallo sulla scomparsa di un’infermiera morta due giorni dopo aver ricevuto il farmaco anti-Covid della Pfizer

Sonia Acevedo, 41 anni, avrebbe accusato improvvisamente un malore mentre si trovava nella propria abitazione, circa 48 ore dopo aver ricevuto la prima dose.

Per fare chiarezza sull’accaduto sarà ora necessario attendere il risultato dell’autopsia: la donna, madre di due figli, non aveva sofferto di effetti collaterali subito dopo essere stata vaccinata.

Sonia lavorava in pediatria presso l’Istituto di oncologia di Porto. Il padre della signora Acevedo, Abilio Acevedo, ha dichiarato al quotidiano portoghese Correio da Manha: 

Prima della vaccinazione: “Mia figlia stava bene”

Continua – “Non aveva avuto problemi di salute. Aveva fatto il vaccino Covid-19 ma non aveva avuto alcun sintomo. Non so cosa sia successo. Voglio solo risposte. Voglio sapere cosa ha portato alla sua morte”.

 Un caso che continua a tenere banco soprattutto sui social, anche se gli esperti al momento predicano calma e invitano ad aspettare i risultati degli esami che chiariranno cosa accaduto di preciso alla donna.

I datori di lavoro della vittima hanno confermato che la donna era stata vaccinata contro il Covid-19 lo scorso 30 dicembre, aggiungendo di non essere a conoscenza di alcun problema riscontrato subito dopo l’assunzione del farmaco.

L’Istituto portoghese di oncologia ha invece chiarito attraverso una nota ufficiale: “Per quanto riguarda la morte improvvisa di un assistente operativo dall’IPO di Porto il 1 ° gennaio 2021, il Consiglio di amministrazione conferma l’evento ed esprime sincero rammarico a familiari e amici nella certezza che questa perdita si fa sentire anche qui. Indagheremo sulle circostanze che hanno portato alla sua morte”.

Una delle figlie di Sonia, Vania Figueredo, ha fatto sapere che sua madre si era lamentata solo del “normale” dolore nella zona dell’iniezione, ma per il resto “stava bene”.

La donna era tra i 538 lavoratori dell’IPO di Porto che hanno ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech. Il ministero della Salute portoghese è stato informato dell’accaduto e si è impegnato a fare chiarezza su quanto successo.

Un giallo che sta agitando un Paese, il Portogallo, che dall’inizio della pandemia ha segnalato 7.118 morti e oltre 427.000 casi registrati.


Leggi anche:


Ecco il primo decreto del 2021. Cosa succederà dopo le feste

Negazionista pentito dopo ricovero per Covid: «Solo ora ho capito che sbagliavo»

Sicilia-Covid. Percezione illecita di buoni spesa. Scattano 28 denunce

Ritrovati 10 proiettili negli uffici di Unipa. E’ giallo nell’ateneo

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Fabio C.

I sogni non accadono se non agisci

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata