Home

Nuovo taglio alla fornitura delle dosi del vaccino AstraZeneca all’Europa. La casa farmaceutica prevede di fornire meno della metà delle dosi rispetto al contratto nel secondo trimestre. Lo ha reso noto un funzionario dell’Ue alla Reuters: “AstraZeneca ha riferito durante le riunioni interne che avrebbe erogato meno di 90 milioni di dosi nel secondo trimestre”.

Secondo il contratto di AstraZeneca con l’Ue, l’azienda si era impegnata a fornire 180 milioni di dosi ai 27 paesi nel secondo trimestre, aggiunge il sito di Reuters. Il calo nella fornitura di dosi per il secondo trimestre segue ad una riduzione delle forniture nel primo trimestre. A questo punto, l’obiettivo di vaccinare il 70% degli adulti entro l’estate potrebbe essere fortemente a rischio.

Nuovi tagli alle dosi del vaccino AstraZeneca


“Poiché stiamo lavorando duramente per aumentare la produttività della nostra catena di approvvigionamento dell’Ue e facendo tutto il possibile per utilizzare la nostra catena di approvvigionamento globale, siamo fiduciosi di poter avvicinare le nostre consegne all’accordo di acquisto”, ha detto un portavoce di AstraZeneca.

Il funzionario dell’Ue alla Reuters ha dichiarato che AstraZeneca prevede di erogare circa 40 milioni di dosi nel primo trimestre, ovvero meno della metà dei 90 milioni di dosi che avrebbe dovuto fornire. 

Leggi anche:

Bollettino Covid, in Sicilia continua il calo dei contagi: sempre meno ricoveri

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata