Home

Un piano per uccidere il figlio di William e Kate, il principino George, è stato sventato. Il Regno Unito festeggia l’insuccesso di un piano terribile. Secondo quanto riporta Sky News sul suo portale web, un uomo arrestato per reati di terrorismo avrebbe confessato il piano durante un interrogatorio. Senza nessun filtro ha raccontato tutto alle forze dell’ordine.

Il piano contro George

Sahayb Abu, 27 anni, oggi è sotto processo per aver pianificato durante i primi mesi di pandemia un attentato terroristico ed aver acquistato una spada di 46 centimetri e un passamontagna. L’obiettivo era quello di non mostrare la sua identità agli altri e di non aver alcun problema in merito.

La corte, secondo quanto riporta il portale di news, ha messo agli atti la testimonianza di un agente di polizia sotto copertura che ha riferito un dialogo tra persone. Queste persone intercettate, avrebbero discusso telefonicamente con Abu per organizzare un attentato. Il colpo avrebbe dovuto colpire il piccolo George della famiglia reale. Il piccolo ha solo 7 anni, ma già nel Regno Unito è amatissimo.

Il terrorista contro il piccolo George

“Lui voleva prendere di mira la famiglia reale. E’ arrivato”. E poi si è considerato: “Qual era il suo piano? Andare da Sainsbury’s, mettere del veleno nei gelati che la famiglia reale, ovvero l’amata famiglia composta da William e Kate, andrà a comprare e che con tanta probabilità, anzi con una certezza cinica e fredda, il figlio mangerà”. Sahayb Abu è stato arrestato il 9 luglio 2020 per altre motivazioni.


Once Upon a Time in 2020, la mostra di un siciliano che svela il vero volto della pandemia (FOTOGALLERY)

Università, al via la prima edizione del Bando “Universities for Eu projects”

Bollettino Covid, calo dei nuovi casi in Sicilia: ma le terapie intensive aumentano


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata