Home

Un’oasi per coloro che rispettano e desiderano il decoro cittadino nel quartiere Ballarò, nel cuore del centro storico palermitano. Ad essere protagonisti i piccoli alunni del Convitto Nazionale, con la collaborazione del museo Gemellaro.

Proprio l’angolo di via Tommaso De Vigilia, che si unisce con il museo geologico, viene con regolarità riempito di spazzatura e oggetti vari. A nulla possono l’azione della Rap o altri tipi di interventi specialistici. A mettere, forse, questa volta una pietra sopra la vicenda sono stati i più piccoli con la loro forza gentile e pura. 

In quella piccola area delimitata da una capanna bianca si trovano cartelloni dedicati alla cura dell’ambiente e della città di Palermo in tutti e quattro i lati. “L’ambiente è nelle tue mani”, “Differenziare fa la differenza”, sono solo alcune delle frasi presenti nel gazebo del decoro.


Leggi anche: Sicilia, il presidente Musumeci riceve la prima dose di vaccino AstraZeneca


A Ballarò i bambini creano il gazebo del decoro

Al momento non si trovano rifiuti in quella via di Ballarò. La comunità sembra aver rispetto la richiesta portata dalla scuola a favore dell’ambiente. Importante supporter dell’azione è stata la Prima circoscrizione di Palermo, con il presidente Castiglia e i consiglieri Nicolao e Venturella.

I rappresentati della Prima Circoscrizione hanno le idee chiare sul gazebo del decoro a Ballarò. “Purtroppo ci stiamo mettendo un po’ a rivoluzionare la nostra cultura palermitana. Per fortuna non siamo negli anni 80, quando non si poteva dire chiamo la polizia.  Sono sicuro che il futuro possa essere migliore. Io sono convinto che stiamo vivendo un periodo migliore rispetto a 20/30 anni fa”.


Leggi anche

Covid, ragazza all’aperitivo: “I miei nonni se devono morire morissero”- VIDEO


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata