Home

Importante conquista per la sanità siciliana. È infatti arrivato il via libera dall’Assemblea regionale alla norma contenuta in Finanziaria per l’avvio di progetti per la fornitura di Cannabis terapeutica. Con il voto unanime di tutti i deputati e il parere favorevole del governo regionale, ieri sera è infatti passato l’articolo 67. Con questa norma si autorizza la coltivazione del farmaco, mediante enti strumentali dell’assessorato all’Agricoltura, come l’Esa, per “sopperire alle richieste derivanti dal fabbisogno accertato dalle Autorità Sanitarie nazionali di produzione della Cannabis terapeutica”.

Via libera in Sicilia all’uso della Cannabis terapeutica

Allo scopo di fare fronte alla richiesta di fornitura di Cannabis terapeutica, derivante dal rapporto di fabbisogno accertato dalle autorità sanitarie nazionali, la Regione è dunque autorizzata a procedere direttamente alla richiesta, presso il ministero della Salute, per l’avvio di progetti innovativi in convenzione, con oneri a carico del Fondo sanitario regionale, con le società presenti sul territorio nazionale, la cui produzione, in termini qualitativi e quantitativi, soddisfi i parametri richiesti dalle autorità.


Leggi anche: Mike Tyson produce cannabis: “Ne fumo 40 mila dollari al mese”


“È un traguardo importante per la nostra regione – dice Carmelo Pullara, vice presidente della Commissione Sanità all’Ars – se consideriamo che la Cannabis viene utilizzata per i pazienti affetti da patologie che implicano spasticità e dolore (sclerosi multipla, lesioni del midollo spinale) e ed è indicata per il dolore cronico; per nausea e vomito causati da chemioterapia, radioterapia e terapia per Hiv con effetto stimolante dell’appetito nella cachessia, anoressia, in pazienti oncologici o affetti da Aids”. “Finalmente la Sicilia diventa all’avanguardia e muove il primo passo verso la coltivazione di un prezioso farmaco: la Cannabis a scopo terapeutico”, commenta Roberta Zicari membro comitato Esistono i diritti.

Leggi anche:

L’economia in ginocchio e Musumeci aumenta di 100mila euro lo stipendio della portavoce, l’elenco di chi ha votato Sì

cannabis

Università: “Legalizzare la cannabis prima che sia troppo tardi”. Lo studio

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata