Home

Come prepararsi al test di Medicina?

Ok, per entrare a Medicina c’è un test di ammissione da superare. E, se siete qui a leggere, significa che avete deciso di provarci come gli altri 60.000 studenti che ogni anno sostengono questa prova. Studiare per il test di Medicina durante gli ultimi anni delle superiori o le sessioni universitarie può essere complicato. Ma, con un’idea chiara su questi argomenti, siamo certi che riuscirete a pianificare il vostro lavoro di preparazione al meglio.

1. Segnatevi le date sul calendario

Il test di Medicina-Odontoiatria è unico e si svolge lo stesso giorno in tutte le università statali. Ogni anno il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) sceglie la data in cui svolgere la prova e la comunica tramite un avviso ufficiale sul proprio sito web. Nel 2020 il test è in programma per il 3 settembre.

2. Scoprite come si svolge la prova

Il test di Medicina contiene domande a risposta multipla alle quali rispondere in un tempo indicato.

Ecco com’è costruito:

  • ragionamento logico: 10 quesiti (erano 20 negli anni scorsi);
  • cultura generale: 12 quesiti (erano 2 negli anni scorsi);
  • biologia: 18 quesiti;
  • chimica: 12 quesiti;
  • fisica e matematica: 8 quesiti.

Per ogni domanda vengono date cinque possibili risposte. Di queste, soltanto una è quella giusta. Per ogni domanda viene prevista una penalità di -0,4 in caso di errore e 1,5 punti in caso di risposta esatta. Se non indicate nulla, la domanda vale 0 punti.

Scaricate i test degli ultimi anni per farvi un’idea di come è composta la prova di ammissione e del suo livello di difficoltà. Svolgere diverse simulazioni d’esame per arrivare pronti al momento cruciale è certamente una buona pratica. Grazie a queste esercitazioni potete valutare il livello della vostra preparazione a capire per tempo a quali lacune porre rimedio.

3. Valutate bene come prepararvi

Ogni percorso di preparazione al test di Medicina è diverso. C’è chi proviene da scuole superiori che hanno fornito forti basi scientifiche, c’è chi ha deciso di cambiare completamente area di studio e parte da zero. Per questo l’ideale è capire qual è il vostro livello di preparazione iniziale. Una volta messo a fuoco questo aspetto, siete pronti per iniziare la preparazione al test di Medicina. Esistono tanti strumenti diversi che potete scegliere di usare, assieme o separati. Ecco quali sono.

Libri di preparazione al test di Medicina

Sono i volumi specifici che potete acquistare online o in libreria anche con il bonus 18app in cui trovate tutta la teoria sintetica, moltissimi esercizi e simulazioni di test sia cartacee che online per verificare la vostra preparazione; Alpha Test pubblica ogni anno libri in linea con le ultime novità introdotte dal Ministero, come, nel caso del 2019, l’aumento del numero di domande di cultura generale.

Corsi di preparazione al test di Medicina

Iscrivervi a un corso specifico per la preparazione al test di Medicina è la soluzione perfetta se volete riprendere passo passo tutti i concetti essenziali e fare allenamento assistito. In questo modo potete subito chiarire tutti i dubbi con i docenti ed essere seguiti in modo mirato nel vostro percorso.

E-learning per la preparazione al test di Medicina

Online ci sono anche piattaforme digitali che vi possono seguire fino alla data del test verificando le vostre risposte e suggerendovi domande di difficoltà progressiva. Sono la soluzione ideale per chi vuole prepararsi in autonomia quando e dove vuole facendosi guidare dal sistema adattivo.

4. Ricordatevi i punteggi di ogni sede

La vostra preparazione (e, di conseguenza, il vostro risultato) sono strettamente correlati alla scelta delle sedi per cui decidete di concorrere. Il test di Medicina-Odontoiatria, infatti, prevede la graduatoria unica nazionale. Cosa significa? Che in fase di iscrizione potete indicare fino a 73 preferenze tra i vari atenei nazionali in cui sono attivi i corsi di Medicina e Odontoiatria in italiano. Ma attenzione, non tutte le università sono uguali. Ci sono infatti atenei in cui è più facile entrare e altri che invece esauriscono più velocemente i posti disponibili.

Le sedi che hanno esaurito più velocemente i posti con il test di Medicina durante l’ultimo concorso sono Milano Bicocca, Palermo, Pavia, Catania, Milano Statale e Salerno. Tra le sedi con i punteggi più alti ci sono poi Bologna, Padova, Verona, Modena e Brescia.

Per altre sedi, come Bari, Chieti, Napoli Vanvitelli, L’Aquila, Campobasso, Catanzaro, Sassari la concorrenza per entrare a Medicina è minore. Fatevi un’idea precisa di com’è andata l’anno scorso studiandovi l’analisi della graduatoria di Medicina-Odontoiatria.

5. SOS iscrizione test: tutto chiaro?

Come dicevamo al punto 1, durante il mese di luglio potete iscrivervi al test di Medicina. Una cosa molto importante da conoscere è la procedura che bisogna seguire per iscriversi.

Di solito avete una finestra temporale di due settimane in cui completare l’iscrizione alla prova, che è fatta di due passaggi essenziali:

  1. Iscrizione alla prova sul sito ministeriale Universitaly.it.
  2. Pagamento della quota di iscrizione al test nell’università che è la vostra prima scelta, oltre a essere quella in cui sosterrete il test. Per farlo, vi basterà scaricare il bando di concorso della vostra università e seguire le istruzioni incluse.

6. Diventate dei graduatoria-guru

Una volta sostenuta la prova, non resta che attendere il vostro punteggio e la pubblicazione della graduatoria. Sempre tramite il Decreto ministeriale potete segnarvi tutti i vari appuntamenti, dalla data in  data in cui viene pubblicato l’elenco anonimo dei punteggi a quando potete vedere nella vostra area riservata la copia digitale della vostra prova, con il vostro punteggio e la scheda anagrafica. Dopo un mese il MIUR pubblica la graduatoria nazionale di merito e nominativa. È molto importante capire come funziona la Graduatoria Nazionale per sapere come muovervi dopo l’uscita dei risultati: documentatevi sulle tempistiche previste e sui vari “stati” in cui potete risultare in graduatoria per non perdere il posto acquisito. Dopo la pubblicazione, infatti, iniziano a cadenza bisettimanale i famosi scorrimenti di graduatoria in cui sarete chiamati a svolgere azioni precise, se richiesto dal vostro status.

7. Preparate un piano B, sperando di non usarlo

In case of emergency qual è la soluzione alternativa che avete pensato se, purtroppo, il test di Medicina non andasse come sperato? Ci sono tanti corsi di laurea alternativi che potete considerare, così come potete usare l’articolo 6 per portarvi avanti in attesa di rifare il test il prossimo anno. Preparatevi un piano b da poter sfoderare, sperando che non sia necessario.

Suggerimenti e consigli su come prepararsi al test di medicina e superare la prova ufficiale

Caro studente, se stai leggendo questo articolo probabilmente ti stai informando su come iscriversi al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Se questa scelta non è improvvisa, ma ben radicata, saprai che è previsto un test di selezione nell’anno corrente. Allora nasce la domanda come prepararsi al test di medicina?

Falsi miti da smentire

Innanzitutto è necessario eliminare alcuni pregiudizi come:

  • se non si studia più di 10 ore al giorno non si supera
  • passano solo alcuni
  • bisogna essere fortunati
  • se ho preso 100 alla maturità di sicuro passerò il test

Tutte queste informazioni non sono niente altro che sbagliate, poiché se le idee sono chiare sin da subito si può aver modo di effettuare uno studio accurato ed efficace per affrontare al meglio anche questa prova.

Il tassello principale è l’informazione

La futura matricola dovrebbe ricercare le informazioni più realistiche ed ufficiali relativamente alla prova, dal momento che sarà il suo primo concorso pubblico. Per fornire, un’idea realistica di come è composto il test, sul nostro portale potete trovare tutte le prove degli anni precedenti. Questa prima visione è utile per comprendere la richiesta della prova di ammissione, i contenuti, le modalità e le difficoltà dei quesiti.

Lettura del decreto ministeriale

Per avere le informazioni esatte e ufficiali della prova del concorso è consigliabile leggere con attenzione il decreto ministeriale, se necessario anche più volte. Tale decreto che regolamenta il concorso deve essere emesso almeno 60 giorni prima della prova e fornisce tutte le utili indicazioni. L’analisi accurata del decreto potrà fornirti

  • Le materie oggetto d’esame
  • Il numero delle domande
  • Il programma d’esame
  • assegnazione dei posti per ciascun Ateneo

La formula magica per una preparazione efficace

Sicuramente, la forza di volontà è il motore per un studio metodico e non dispersivo. La pubblicazione del decreto fornisce la base, ossia le conoscenze giuste per organizzare il lavoro e iniziare a studiare. Regola fondamentale è non mentire a sé stessi, cercando risultati facili con il minimo sforzo. È essenziale essere oggettivi per poter individuare i propri punti deboli e quindi eliminarli. Per quelli che si chiedono come prepararsi al test di medicina la risposta è di studiare tutte le materie oggetto d’esame e non lasciarne in disparte. Iniziare un buon ripasso, tenendo a riferimento i vecchi testi che si sono studiati per anni, perché li si conosce approfonditamente o meglio si sono vissuti appieno. Al pari, è necessario non trascurare la parte di esercitazione per mezzo di quiz, il nostro obiettivo è arrivare preparati senza incertezze sui contenuti e sulla modalità di “interrogazione” della prova. Questi sono i consigli che fornisco ai nostri studenti per prepararsi al test. Un mese non è tanto, ma può fare la differenza se utilizzato al meglio, con una preparazione avente lo scopo di rafforzare i punti già strutturati e chiarire gli argomenti, soprattutto semplificandoli.

Il tempo giusto per prepararsi al test di medicina

Potrebbe essere controproducente focalizzare il proprio studio nelle ultime due settimane dopo ferragosto, poiché prepararsi con l’acqua alla gola può creare più confusione. Il metodo di studio si diversifica da studente a studente e non esiste un sistema universale, ma sicuramente la buona organizzazione sta alla base, il confronto con chi può fornirci strategie utili può essere un valore aggiunto per studiare insieme e con soddisfazione.

Ovviamente non esiste una sola risposta: esistono vari approcci di studio, varie metodologie. Ognuno deve trovare la sua, quella più congeniale al proprio livello di partenza e alla propria preparazione di base.

Noi proveremo a darvi indicazioni, spunti di riflessioni e consigli di studio.

Come prepararsi al test di medicina?

Il test di ammissione ai corsi di laurea in Medicina è uno scoglio arduo, sia per la difficoltà oggettiva delle domande sia per l’altissimo livello di competitività.

Spesso per rispondere correttamente alle domande, anche se non ci si sente sicuri sull’argomento, può essere utile servirsi di  tecniche per la risoluzione dei quesiti che consentono di escludere una o più ipotesi e avvicinarsi alla risposta corretta.

Spunti metodologici

Vuoi cominciare a studiare in vista del test di Medicina? Ecco alcuni consigli per iniziare a prepararsi:

  • inquadrare ed esercitarsi con i modelli di logica partendo dagli argomenti più noti, cioè quelli che troviamo più semplice (questo aspetto potrebbe contribuire ad infonderci la giusta serenità e il coraggio per il futuro)
  • per biologia e chimica: importante studiare prima la parte teorica, senza però tralasciare l’esercitazione
  • nella fase iniziale possiamo “trascurare” matematica e fisica, per riprenderle in un secondo momento

Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata