Home

La stagione estiva si avvicina, e con questa la voglia di star insieme e viaggiare. In vista di ciò, Airbnb ha stilato delle nuove regole per evitare i “bagordi estivi” ed assembramenti che potrebbero causare contagi.

Airbnb: Summer of Responsible Travel

Airbnb, il portale online che mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi, con persone che dispongono dei relativi spazi, sta cercando di fermare sul nascere eventuali assembramenti potenzialmente pericolosi che potrebbero crearsi durante l’estate. Lancia così: Summer of Responsible Travel.

Responsabilità e rispetto

La parola chiave del nuovo piano è responsabilità. Creato soprattutto per dare maggior sostegno e supporto agli host iscritti nella piattaforma, il Summer of Responsable Travel è incentrato su nuove regole per impedire che l’affitto delle case sia utilizzato per organizzare feste-assembramento, spingendo così gli utenti a preferire soggiorni nel rispetto del distanziamento sociale.


Leggi anche: In Sicilia arriva il “Green pass” per gli spostamenti, come richiederlo e a chi spetta


Airbnb: le nuove regole

Tra le nuove regole, troviamo il limite di 16 persone all’interno di una casa, al fine di scoraggiare il più possibile gli assembramenti. Vietate le feste: Airbnb fornirà ai proprietari delle abitazioni degli sconti per acquistare dei sensori anti-rumore. Si tratta di dispositivi in grado di avvisare l’host qualora il volume all’interno della casa superi i limiti tollerabili dal vicinato. Nessuna paura per la privacy. I sensori, infatti, non registrano alcuna conversazione o dato sensibile, limitandosi ad inviare automaticamente delle notifiche al proprietario quando il volume supera i livelli di decibel settati. La piattaforma ha inoltre specificato che i proprietari saranno in questo caso obbligati a mettere nero su bianco se le loro abitazioni siano fornite della nuova tecnologia.

“Comportamenti di soggiorno responsabili”

Incoraggiamo comportamenti responsabili“, così ha dichiarato Giacomo Trovato, Country Manager Airbnb Italia. “Oltre al desiderio di tornare a viaggiare, registriamo una rinnovata attenzione per sicurezza e distanziamento. I nostri sforzi vanno nella direzione di dare risposta a questi bisogni favorendo al contempo comportamenti di soggiorno responsabili”, ha aggiunto.

Airbnb: le mete preferite

Secondo l’ultimo report della piattaforma online, per la prossima estate gli italiani preferiranno il turismo rurale e le destinazioni isolate. Un soggiorno in montagna o in campagna sarebbe l’ideale per il 28% degli italiani, attraverso la creazione di esperienze turistiche, attività culturali, sportive e ricreative. Non passa mai di moda la preferenza per una casa al mare, preferibilmente distante dal centro abitato, così da godersi in totale relax il paesaggio. Il 19%, invece, opta per un agriturismo, che conquista maggiori preferenze per i viaggiatori più adulti.

Swimmy: noleggio piscine private

Intanto, dopo l’enorme successo in Francia e in Spagna, Airbnb lancia in Italia Swimmy. Il nuovo servizio propone il noleggio di piscine tra privati che permette ai proprietari di sfruttare al massimo la propria piscina, anche restando a casa. La registrazione sul sito di Swimmy è facile, veloce e gratuita. Per il proprietario basta un documento d’identità, una prova di indirizzo e ovviamente…foto della sua piscina! Per il locatario, invece, la piattaforma ha lo stesso funzionamento di altre piattaforme come Airbnb, ed il prezzo lo decide il proprietario.

Ryanair annuncia le tratte estive: tutti i voli low cost da e per la Sicilia

Sicilia, caravella portoghese avvistata nello Stretto di Messina: è pericolosa

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Cristina Riggio

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata