Home

Un nuovo studio pubblicato su ” The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism “, ha riscontrato che oltre l’80% di pazienti COVID-19 sono affetti da carenza di vitamina D. La vitamina D è nota per aiutare molte funzioni corporee e la sua insufficienza può portare a ossa deboli, disturbi cardiaci, bassa immunità e persino problemi respiratori.

Lo studio ha rilevato che l’80% dei 216 pazienti COVID-19 ricoverati in un ospedale in Spagna è carente di vitamina D. I ricercatori hanno anche notato che gli uomini avevano livelli di vitamina D inferiori rispetto alle donne.

La vitamina D (contenuta in pochi alimenti tra cui il pesce grasso) è nota per aiutare molte funzioni corporee e la sua insufficienza può portare a ossa deboli, disturbi cardiaci, bassa immunità e persino problemi respiratori.

Gli esperti sanitari hanno sollevato preoccupazioni per i crescenti casi di carenza di vitamina D nella popolazione generale, poiché le persone rimangono a casa e non sono in grado di ottenere la “vitamina del sole” dalla luce solare naturale. In effetti,

“I pazienti COVID-19 carenti di vitamina D avevano una maggiore prevalenza di ipertensione e malattie cardiovascolari, livelli sierici di ferritina e troponina aumentati, nonché una degenza ospedaliera più lunga. Non abbiamo trovato alcuna relazione tra concentrazioni di vitamina D o carenza di vitamina e la gravità della malattia “,

ha scritto il coautore Jose L. Hernandez, Ph.D., dell’Università della Cantabria a Santander, in Spagna.

Un altro studio recente , pubblicato sulla rivista “Plos One” , ha affermato che la sufficienza di vitamina D può ridurre il fabbisogno di ossigeno nei pazienti COVID-19 e accelerare il processo di trattamento.

Oltre a esporsi regolarmente alla luce solare per ottenere la vitamina in modo naturale, può essere utile anche una dieta ricca di alimenti con un alto contenuto di vitamina D.

Alimenti con vitamina D

Pesce grasso
Pesce grasso come tonno, salmone e sgombro e oli di fegato di pesce forniscono una buona quantità di contenuto di vitamina D.

Latticini
Latte, formaggio e altri prodotti lattiero-caseari devono essere inclusi nella dieta quotidiana per una dose giornaliera di vitamina D.

Tuorli d’uovo
Molte persone scartano i tuorli dalle uova temendo un alto contenuto di grassi. I tuorli d’uovo contengono anche discrete quantità di vitamina D e possono essere usati con parsimonia nei nostri pasti.

Cereali E Succhi
Una combinazione perfetta per la colazione per fare il pieno di vitamina D! Includere cereali e diversi succhi di frutta nella dieta mattutina.

Funghi
I funghi offrono una buona quantità di nutrienti vitamina D2 e ​​possono essere utilizzati in diversi modi per preparare i pasti a colazione, pranzo, cena e persino spuntini.

Arricchire la dieta di nutrienti essenziali della vitamina D è una buona abitudine in generale, per vivere una vita sana. E poi gli alimenti i. Oggi pare che diversi studi confermino anche la correlazione con il virus.

Un’alimentazione sana non ha mai fatto male a nessuno, perchè non provare !?!


Potrebbe interessarti:

Migranti ingoiano lamette e vetro per protesta. Dramma a bordo di una nave quarantena

Suburra 3. Recensione della terza e ultima stagione

Halloween. Giochi sexy e consigli per divertirsi a casa Halloween in due

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata