Home

Il meccanismo alla base della fake news in questo caso è lo stesso che abbiamo visto nel Trumpismo militante. Il sesso come una cosa lurida e sporca, e quindi l’atto di delegittimare qualcuno inventandosi atteggiamenti altrimenti normali che diventano, in un’ottica sessista, sconveniente.

Un avversario politico, se uomo, diventa automaticamente “un omosessuale“, quindi “alieno” rispetto ai percettori della notizia. La donna invece viene descritta, se non come “una transessuale”come una donna in atteggiamenti non tradizionali e quindi “libertina”.

Non c’è niente di male nell’essere omosessuali o in uno scatto in topless, ma il pubblico di riferimento della fake news, spesso coincidente con una mascolinità tossica insisterà sul tema, ottenendo lo scopo di suscitare flames con chi farà notare l’assurdità di accuse sessiste e omofobe.

Basta tagliare la testa al toro: si tratta di una fake news.

La finta foto di Lady Zelensky nuda e l’ossessione delle “fonti russe”

Prima il Patriota Q quindi, ora le fonti russe sono quelle che si presentano ossessionate dal sesso altrui.

In questo caso la “fonte russa” è arrivata di traduzione in traduzione in un post dove una figura in topless censurato viene dichiarata essere Olena Zelensky

la first lady ucraina in vacanza in Israele il 31 dicembre 2022, tutte le foto circolano già su Internet

E non è la prima volta che una bufala nota viene premessa dalla frase “La notizia è vera perché circola su internet“, marchio fondante di ogni fake news.

Una delle foto ritrae Olena Zelensky, screenshottata da un’intervista liberamente disponibile sui portali di una maratona televisiva Ucraina che ha parlato dei primi giorni di guerra in quell’ormai lontano Febbraio 2022.

In un corto circuito tipico delle “fonti russe” più impreparate, la foto della bella donna in topless non appartiene a “Lady Zelensky” ma alla modella e scrittrice Russa Elena Leninaautrice dei libri “Seduci alla Russa”, “I nuovi zar” e “Les Gigolos”.

A complicare una situazione che diventa sempre più grottesca da qualsiasi punto di vista la si guardi (Olena Zelensky viene accusata di un atto normalissimo, ma dichiarato “sconveniente” rispetto alle fonti russe compiuto da una modella, attrice e scrittrice russa), interviene il fatto che si tratta di uno scatto rubato.

Elena Lenina sconfessa l’originale

È la stessa Elena Lenina che infatti, avendo ricevuto l’originale russo della bufala, lo commenta con queste parole.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Лена Ленина (@lenaleninaofficial)

Traducibili con

Ormai solo i più pigri dei miei amici non mi hanno mandato questo screenshot!!! E sapete qual è la cosa più offensiva in questo errore dei giornalisti che pubblicano la mia foto (scattata nel 2015) nuda dalle Maldive dicendo che ritrae la moglie del presidente Ucraino? Che hanno censurato la parte più strategica del mio fascino!
PS: se avete bisogno di prove di autenticità, ho gli originali! O posso spogliarmi!!

La modella e scrittrice ha preso la cosa decisamente con ironia: si trattava infatti di scatti rubati nel 2015, circostanza che la stessa aveva denunciato a suo tempo e su cui ora ci scherza su.

Perché, ovviamente, non c’è niente di male in una foto in topless, ma molto di male in uno scatto rubato.

Conclusione

La presunta foto di “foto di Lady Zelensky nuda” ritrae in realtà la modella e scrittrice russa Elena Lenina, in uno scatto rubato del 2015.


Covid, la statua Maya contiene il QR code per il green pass: finzione o realtà?

I complottisti non mollano: 4 Presidenti morti perché hanno detto NO al vaccino

Condividi

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata