Home

L’Amerigo Vespucci, nave scuola della Marina nazionale, da sempre simbolo della nostra Marina Militare e dell’Italia nel mondo.

Il veliero fu varato il 22 febbraio del 1931 negli stabilimenti nautici di Castellammare di Stabia durante il Regno d’Italia. Sotto re Vittorio Emanuele III, da subito svolse le funzioni di regia nave scuola dell’allora Regno d’Italia. A partire dal 1955 la nave è stata affiancata nelle funzioni di nave scuola dall’altro veliero la Palinuro.

L’espressione “nave più bella del mondo” risale al 1962 dopo l’incontro nel Mediterraneo con la portaerei statunitense USS Independence che dopo aver chiesto al veliero di identificarsi tramite il segnalatore luminoso, alla risposta “Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana”, replicò: “Siete la nave più bella del mondo”.

Il compito più importante che la nave porta avanti è l’addestramento di tutti gli ufficiali di Marina che al termine del primo anno di Accademia vivono su questo “veliero” la loro prima esperienza di imbarco. Oltre all’addestramento in particolare nell’ultimo decennio, ha spesso avuto il compito di ambasciatore sul mare dell’arte, della cultura e dell’ingegneria italiana, presentandosi in molti dei più importanti porti del mondo.

L’attuale motto della nave è “Non chi comincia ma quel che persevera”. I precedenti motti sono stati: «Per la Patria e per il Re»; sostituito nel 1946 con «Saldi nella furia dei venti e degli eventi».

Le congratulazioni del comandante a Luna Rossa: “Successo formidabile per tutta la marineria italiana.”

90 anni dell’Amerigo Vespucci


Altre notizie:

Bollettino Covid, in calo i test positivi in Italia: lieve aumento in Sicilia

Covid, ecco quando finirà la pandemia secondo Bill Gates

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

I sogni non accadono se non agisci

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata