Home

Il Covid non colpisce solo gli anziani, ma anche i più giovani. A farne le spese è stato uno studente universitario no vax della Carolina del Nord, negli Stati Uniti. Il ragazzo, con dei capelli di un rosso intenso, ha resistito a farsi vaccinare ed è morto per complicazioni dovute al Covid-19: aveva appena 20 anni.

Tyler Gilreath, uno studente dell’Università della Carolina del Nord – Wilmington, pensava che la sua età lo avrebbe protetto dal virus se si fosse ammalato ed era preoccupato per gli effetti collaterali del vaccino. Lo ha raccontato sua madre, Tamra Demello.

Due giorni dopo che Gilreath si è trasferito al college, «si è preso il virus», ha spiegato la madre a WECT News. Nonostante non avesse condizioni preesistenti, si era ammalato rapidamente e gravemente. Il ragazzo è rimasto cosciente per un breve periodo dopo essere andato in ospedale, ma una TAC aveva mostrato che aveva un «danno cerebrale irreversibile”. Martedì mattina, gli è stato tolto il supporto vitale ed è morto.


Leggi anche: Turchia, ubriaco si unisce alle ricerche per la sua scomparsa


Universitario no vax stroncato dal Covid

“Questo è uno shock, siamo devastati. Tyler lascerà per sempre un tale buco nel nostro cuore che non potrà mai essere riempito” ha spiegato la mamma piangendo sulla morte dell’universitario. “Se questi ragazzi potessero solo rendersi conto non solo di cosa potrebbe fare loro il virus, ma di quanto sia devastante per tutti quelli che li circondano, allora capirebbero davvero la gravità della situazione. Li sto solo implorando di andare a fare il loro vaccino”.

A quanto sembra, il ragazzo alla fine aveva accettato di vaccinarsi: ma ormai era tardi. Gilreath era una persona sana e attiva che amava il wakeboard, lo sci nautico e lo sci alpino. Studiava informatica. 

La mamma ha esortato i genitori a “usare qualsiasi tattica possibile per assicurarsi che i loro figli vengano vaccinati. Direi solo di diffondere questo messaggio: guarda come è distrutta questa intera famiglia. Probabilmente non ti accadrà, ma se c’è una remota possibilità che possa succedere, stai in guardia“.


Leggi anche:

Violentata perché albina, fugge dalla Nigeria e si laurea in Italia: “La mia rivincita”


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata