Home

Il professore Massimo Midiri è il nuovo Rettore dell’Università degli Studi di Palermo per il sessennio 2021-2027 con 1463,17 voti pesati. Solo 523,64 per lo sfidante Vitale. Alle 18 hanno votato 3441 persone, ovvero l’84,42% percento di elettori sui 4076 totali. Sono 27 le schede bianche (15.43&).

“Sono molto emozionato, non è facile parlare dopo una proclamazione così importante. Inizio questa avventura con i ringraziamenti nei confronti del prof Vitale, un avversario e amico. Intendo avviare un sessennio all’insegna della pace e del rispetto dell’altro. Il programma di Francesco (Vitale, ndr) ha degli spunti eccezionali che intendo tenere in continuazione”. Sono le prime parole del neo Rettore Massimi Midiri, ordinario di Diagnostica per immagini e radioterapia (settore scientifico-disciplinare MED/36). Con lui il Prorettore Vicario prof. Enrico Napoli, ordinario di Idraulica (settore scientifico-disciplinare ICAR/01.

“La sfida che ci aspetta è molto complessa – continua Midiri – Usciamo da una pandemia, da un momento drammatico nel quale Unipa ha rappresentato un punto di riferimento. Siamo in una situazione che ricorda molto il dopo guerra. L’Ateneo di Palermo ha però tutte le carte in regola per affrontare questo momento così complesso grazie alle menti delle sue donne e dei suoi uomini che la compongono”.

“Dobbiamo migliorare il rapporto qualitativo della didattica – conclude Midiri – Le risorse, fortunatamente, ce lo consentono. Dobbiamo investire sulla ricerca per rendere Palermo un faro nel Mediterraneo. Il progetto nasce da mesi di studio e di confronti con tutta la comunità. Tutti insieme faremo di Unipa una grande Università europea”.

Leggi anche:

Angelo Censoplano

Angelo si laurea a 89 anni, i complimenti di Unipa: “Grazie per il tuo esempio”

Unipa, laurea in legge con tesi sull’autismo: una mamma in campo per i diritti della figlia

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata