Home

Bufera sul Commissario Sanità Calabria – Di chi è la competenza di predisporre il piano Covid in Calabria?

L’inviato del programma titolo V di Rai3 è andato ad indagare sulla questione intervistando il commissario ad acta della sanità regionale Saverio Cotticelli.

Durante l’intervista, l’inviato della trasmissione ricorda al commissario che “la Calabria oggi non ha un piano Covid”, aggiungendo: “Lei è il responsabile del piano Covid”. All’inizio Cotticelli nega: “Non è così, le spiego subito. Io non sono il responsabile. Hanno sbagliato a fare… Si sono dimenticati..”


Leggi anche: Imparare ad abitare la nostra casa, il nostro porto sicuro


Il giornalista prosegue domandando: “Lei a giugno si accorge che
non c’era il piano Covid e cosa fa?”. Il Commissario risponde: “Pongo un quesito al Ministero e dico “chi è che deve fare il piano operativo Covid?”.

Il giornalista a quel punto chiede di vedere il parere ministeriale e Cotticelli si appresta a farlo vedere.

Dall’altra stanza nel mentre si sente la voce del vice Commissario Sanità Maria Crocco, che si rivolge al commissario dicendo: “La devi finire! Quando fai queste cose devi andare preparato”.

La scoperta del Commissario Sanità Cotticelli

Il Commissario Cotticelli scopre così nel corso del programma che il compito del piano spettava a lui: recupera il carteggio, poi torna dal giornalista e ammette “Sono io il responsabile” e dichiara quindi di essere sul punto di realizzarlo: “La settimana prossima è pronto”. Poi realizza l’accaduto e davanti all’inviato ammette: “Cosa vuole che le dica? Tanto io domani mattina sarò cacciato»

Le parole hanno suscitato la dura reazione del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Bufera su Commissario Sanità: La dichiarazione del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Il commissario per la sanità in Calabria Saverio Cotticelli va sostituito con effetto immediato. Anche se il processo di nomina del nuovo commissario prevede un percorso molto articolato, voglio firmare il decreto già nelle prossime ore: i calabresi meritano subito un nuovo commissario pienamente capace di affrontare la complessa e impegnativa sfida della sanità”, lo afferma in una nota il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

“Dalle analisi effettuate è emerso che, in alcune Aziende ospedaliere, nei primi giorni di novembre si era verificato un aumento considerevole, e non in linea con i mesi precedenti, dei ricoveri in terapia intensiva


Leggi anche: Decreto Ristori. La lista dei codici ATECO ammessi


Grazie a una interlocuzione con i responsabili delle unità operative, è stato verificato che, a causa della temporanea carenza di posti letto nei reparti di degenza ordinaria e di terapia sub-intensiva, alcuni pazienti, che non avevano bisogno di ventilazione meccanica assistita, perché non presentavano gravi criticità, erano stati ricoverati in Rianimazione“.

Così il delegato per l’emergenza Covid della Regione Calabria, Antonio Belcastro, in merito alla situazione inerente alla copertura dei posti letto per il Covid.

“L’aggiornamento del Bollettino regionale è stato necessario per permettere una più corretta classificazione dei casi“, ha spiegato Belcastro, che definisce “una speculazione priva di fondamento” le ipotesi sulle manipolazioni delle cifre. “Il trasferimento dei pazienti dalle Terapie intensive ai reparti di Malattie infettive e Pneumologia – ha proseguito Belcastro – ha fatto aumentare il tasso di saturazione (16%) dei posti letto di area medica, mentre il tasso di occupazione dei posti letto di terapia intensiva (6%) è ancora lontano dalla soglia di allerta, fissata al 30%”.


Leggi anche:

Cateno De Luca contro tutti. “Chiudo le scuole fino a data da destinarsi”

Decreto ristori bis: Ecco i nuovi contributi a fondo perduto

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata