Home

Una cravatta che diventa mascherina. È la trovata di un’azienda di Napoli che l’ha chiamata «Vattinn’» con riferimento al distanziamento sociale. Costa 170 euro

La cravatta che diventa mascherina potrebbe essere il nuovo Must del manager rampante e dell’uomo che ama vestire sempre in modo ricercato. 

Un’accoppiata vincente all’italiana che combina stile e creatività.

Alcune sartorie italiane, tra cui la Giannetti Camiceria Artigianale Italiana, hanno inventato una cravatta con doppia finalità.


Leggi anche: Come contestare le multe dell’autovelox con il beneplacito della Corte di Cassazione


Da una parte un bellissimo prodotto di sartoria italiana, dall’altra – all’occorrenza – una mascherina perfetta con cui andare in giro protetti e senza paura di incorrere in multe.

Questo tipo di cravatta ha il cosiddetto “codino”, la parte sottile finale della cravatta che si inserisce nel passante, si trasforma con un solo movimento, in una mascherina con tanto di elastici per fermarla dietro le orecchie.

Bella, elegante, diversa da quelle chirurgiche o dalle sicurissime Fp2,

E magari aiuta a vendere qualche cravatta in più che, di questi tempi, non è un male per nessuno.

Ecco il video che mostra il creativo prodotto di sartoria.


Leggi anche:

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata