Home

Dopo due anni di indagini i carabinieri di Termini Imerese hanno stretto il cerchio attorno a Loredana Graziano. Secondo l’accusa, la donna avrebbe avvelenato con una dose di cianuro il marito Sebastiano Rosella Musico per potersi rifare una vita con il suo amante. I militari hanno così arrestato la Graziano con l’accusa di omicidio premeditato aggravato. Il pizzaiolo quarantenne fu trovato privo di vita nell’abitazione in cui viveva con la moglie.


Leggi anche: Il marito ritorna a casa, l’amante della moglie si butta dal balcone e finisce in ospedale

L’indagine era partita nel gennaio dell’anno scorso, dopo dodici mesi dalla morte del pizzaiolo di 40 anni inizialmente attribuita a cause naturali. Il medico legale che fece la ricognizione dell’abitazione scrisse morte naturale per infarto, una tesi che non ha mai convinto i genitori e i fratelli della vittima. Per mesi i familiari hanno insistito sulla tesi dell’omicidio, ma solo quando ai carabinieri è arrivata la voce che girava in paese che l’uomo fosse stato ucciso con il veleno, la procura ha deciso di aprire un fascicolo, di riesumare il corpo di Sebastiano Rosella Musico e di effettuare l’autopsia.

I risultati degli esami tossicologici su quel che restava dei tessuti hanno confermato l’avvelenamento. Le attività tecniche e i rilievi del Ris nell’abitazione della coppia hanno indirizzato gli inquirenti verso la moglie, diventata la principale sospettata. 

Leggi anche:

Palermitano scopre moglie e amante all’Hotel Eufemia: fa una diretta e diventa virale [VIDEO]

Danimarca

Vaccini, la Danimarca non torna indietro: AstraZeneca sospeso definitivamente

Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata