“REFOCUS” – Un racconto fotografico sul vuoto e sulla sospensione nelle città, nei paesaggi naturali e antropici, per valorizzare il territorio italiano e rimettere a fuoco le realtà attraverso lo sguardo di giovani fotografi.

È questo l’obiettivo dell’open call promossa dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

 La open call del concorso fotografico Refocus è aperta a tutti i giovani professionisti della fotografia – maggiorenni e under 40 alla data di scadenza del bando – che potranno partecipare inviando cinque scatti inediti eseguiti durante i giorni dell’isolamento, aventi per tema la visione del territorio italiano così come modificato dal lockdown. 

Il progetto Refocus solleva l’attenzione sulla ‘rimessa a fuoco’ della realtà, in seguito agli effetti che il confinamento ha avuto sulle coordinate spazio-temporali del vivere quotidiano e su come questo abbia indirettamente trasformato la percezione della realtà stessa.

Oggetto del lavoro del Concorso fotografico potranno essere spazi urbani, piazze, monumenti, palazzi, musei e altri luoghi della cultura, così come paesaggi.I lavori saranno giudicati da una commissione di cinque membri, che valuterà la creatività e la qualità delle opere, selezionando i vincitori i cui scatti saranno promossi attraverso una pubblicazione digitale sul sito e sui canali social della Direzione Generale Creatività Contemporanea.

Una visibilità istituzionale quanto mai utile in un momento di difficoltà e di isolamento sociale straordinari, in quanto sono minori le occasioni di promozione del proprio lavoro.

CONCORSO DEL MiBACT “REFOCUS”

L’iniziativa si inserisce nell’ambito di un più ampio progetto fotografico promosso dal MiBACT, che ha chiesto infatti ad alcuni dei propri fotografi di produrre materiale iconografico sul tema.

Inoltre, la Direzione Generale ha invitato per il Concorso fotografico Refocus alcuni tra i più importanti autori della fotografia, a donare alcuni dei loro scatti rappresentativi della fase, speriamo irripetibile, del lockdown.

Gli autori stanno con generosità aderendo all’iniziativa con l’intento di sostenere e promuovere il patrimonio nazionale.

Le opere raccolte saranno finalizzate alla creazione di un nucleo di immagini d’autore che successivamente saranno oggetto di una mostra e entreranno nelle collezioni pubbliche.

CONCORSO FOTOGRAFICO REFOCUS. REQUISITI

Il concorso fotografico del Mibact Refocus è destinato a fotografi, artisti e operatori visivi, in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini italiani;
  • aver compiuto 18 anni e non aver compiuto 40 anni di età al momento della scadenza del bando;
  • svolgere comprovata attività nell’ambito della fotografia;
  • non essere dipendenti dell’Ente banditore né eventuali collaboratori che abbiano avuto ruolo attivo nella stesura e nell’emanazione del bando e in generale nell’organizzazione del progetto.

Possono partecipare anche fotografi facenti parte di un gruppo/collettivo, inviando domanda individualmente.

PREMI

A essere premiate saranno i venti autori che racconteranno al meglio il silenzio del Paese, dando così un contributo utile alla valorizzazione del patrimonio italiano in questo particolare momento.

Ai 20 vincitori sarà corrisposto un riconoscimento economico di 2.000 euro al lordo di IVA e di ritenute fiscali e previdenziali, quale corrispettivo per la cessione non esclusiva dei diritti di utilizzazione delle immagini per la pubblicazione online e/o cartacea.

BANDO E ALLEGATI

Il bando e gli allegati possono essere scaricati dal sito ufficiale della Direzione Generale Creatività Contemporanea CLICCA QUI 

Per chiarimenti o ulteriori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo mail [email protected]

COME PRESENTARE DOMANDA E SCADENZA

La domanda, completa dei documenti richiesti dal bando, dovrà essere inviata all’indirizzo PEC [email protected]

È possibile partecipare fino al 10 giugno 2020 

Maggiori informazioni sul Concrorso fotografico Refocus e le successive comunicazioni saranno pubblicate sul sito istituzionale del MiBACT – Direzione Generale Creatività Contemporanea.

DOCUMENTAZIONE

Leggi anche:

Ingengneri: Assunzioni ANAS a tempo indeterminato

Concorsi Ministero Giustizia per 3250 assunzioni

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata