Home

Il riscatto della Sicilia post-Covid passa inevitabilmente dalla stagione turistica. Dopo un 2020 “nero”, gli scenari elaborati per il 2021 da Speed Vacanze, tour operator italiano specializzato in viaggi di gruppo, indicano una ripresa della domanda complessiva, spinta prevalentemente da quella domestica, mentre per la piena ripresa delle presenze straniere dovrà ancora attendersi. L’anno scorso sia gli arrivi che le presenze si erano più che dimezzati, con punte del -68% per il turismo internazionale. Ma per il 2021 gli scenari indicano un recupero della domanda del 2019 del 66,5%.

Secondo gli scenari elaborati per il 2021 da SpeedVacanze.it nelle regioni a maggior sviluppo per il turismo di prossimità, come mete di mare sul podio troviamo Puglia, Sardegna e Sicilia, mentre Roma e Milano trainano la crescita nel Lazio e Campania. Per la Puglia si prevedono 12,1 milioni di presenze turistiche, con un recupero della domanda del 2019 del 77,6% a fronte della perdita del 44,2% del 2020. Per la Sardegna si prevedono 8,8 milioni di presenze turistiche, con un recupero della domanda del 2019 del 58,3% a fronte della perdita del 63% del 2020.


Leggi anche: Riapre Villa Igiea, Rocco Forte “Icona di eleganza e stile”


Per la Sicilia si prevedono 9,8 milioni di presenze turistiche, con un recupero della domanda del 2019 del 63,6% a fronte della perdita del 62,5% del 2020. Per la Campania si prevedono 13,6 milioni di presenze turistiche, con un recupero della domanda del 2019 del 63,6% a fronte della perdita del 71,2% del 2020. Per il Lazio si prevedono 20,6 milioni di presenze turistiche, con un recupero della domanda del 2019 del 60,2% a fronte della perdita del 72,1% del 2020.

Leggi anche:

Bollettino Covid, crollano positivi e nuovi ricoveri: i dati nazionali e siciliani

Sicilia, Musumeci: “Pronti a vaccinare in spiaggia con i camper”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata