Home

L’Università degli Studi di Palermo presenta la nuova offerta formativa per l’anno accademico 2021/2022 con quindici nuovi corsi di laurea sui 160 totali e puntando sulle sedi decentrate per offrire un servizio sempre più ampio, competitivo e in linea con le richieste del territorio.

Nella splendida cornice di Palazzo Steri, il rettore Fabrizio Micari ha illustrato alla stampa le principali novità per il prossimo anno. Si conferma l’ampliamento dei corsi di studi, che negli ultimi anni sono passati da poco più di 130 agli attuali 160. In tal senso, spiccano le quindici novità. Due di queste a Trapani, con Ingegneria delle tecnologie per il mare e Infermieristica, due ad Agrigento con Scienze della formazione primaria e Scienze delle attività motorie e sportive.

Unipa, tutti i nuovi corsi di laurea 2021/2022

A queste se ne aggiungono otto attivate a Palermo, a cominciare da Medicina e chirurgia a indirizzo tecnologico, passando per Studi globali-Storia, politiche culture, Propagazione e gestione vivaistica in ambiente mediterraneo, Architettura per il progetto sostenibile dell’esistente, Biologia della conservazione, Ingegneria dei sistemi ciber-fisici per l’industria, Scienze e tecnologie agroingegneristiche e forestali e Religioni e culture che sarà un corso Interateneo in collaborazione con la Pontificia Facoltà Teologica. In più, tre corsi di laurea in lingua inglese, a distanza e fruibili “on demand”, come il Management Engineering, International Relations, Politics & Trade ed Electronics and Telecommunications Engineering. L’incontro è stato l’occasione anche per un bilancio da parte del rettore sul suo mandato che si concluderà a ottobre.

Leggi anche

Unipa entra tra i mega atenei, boom di iscritti nell’ultimo anno: “Non tutti però continuano”

Unipa

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata